Xenoblade Chronicles X: nuovi dettagli da Famitsu.

0
Posted 28/01/2015 by La Redazione in News

Sembra proprio che Nintendo in Giappone si stia dando da fare con la pubblicizzazione di Xenoblade Chronicles X, attraverso Famitsu sono state rivelate corpose novità riguardanti il gioco.

Innanzitutto, il director stesso del gioco ha annunciato che complessivamente per completare tutte le attività presenti nel gioco sono necessarie quasi 300 Ore di gioco.
Inoltre, sono state fatte anche alcune comparazioni tra Xenoblade Chronicles X e Xenoblade Chronicles, ricordiamo che i due giochi non sono strettamente collegati, Takahashi ha rivelato che gli equipaggiamenti e il numero di nemici sarà nettamente superiore a quelli del capitolo per Wii.

Le battaglie saranno più veloci e più action rispetto al precedente capitolo, inoltre il party in battaglia potrà essere formato da 4 personaggi, uno controllato dal giocatore e 3 da un’ intelligenza artificiale.

Ricordate la bellissima OST di Xenoblade Chronicles? In questo capitolo saranno presenti 90 tracce, ognuna delle quali è stata diretta da Hiroyuki Sawano.

Per quanto concerne la modalità Online, purtroppo nemmeno questa volta sono state svelate informazioni corpose, rimane quindi, la componente online ancora un mistero.

In fine, ma non meno importante, Famitsu rivela che il Gamepad verrà usato per indicare la posizione di personaggi e subquest, la mappa sarà 5 volte più grande di quella di Xenoblade Chronicles e sarà possibile spostarsi, sempre attraverso l’uso del gamepad, in varie zone di Mira.

Ricordiamo che il gioco uscirà il 29 Aprile 2015 in Giappone, purtroppo però ancora non abbiamo una precisa finestra di lancio per quanto riguarda l’Occidente.


About the Author

La Redazione

Pixel Flood è una giovane realtà italiana impegnata nel settore videoludico. Siamo una redazione sempre in crescita, che si occupa principalmente di videogiochi (ma senza disdegnare boardgame e giochi di ruolo) con una particolare attenzione al panorama indie italiano. Crediamo che il valore di un gioco non debba essere espresso da numeri inflazionati: per questo nelle nostre recensioni diamo medaglie e non voti.