Xenoblade Chronicles 2 – Recap dell’ultimo Nintendo Direct

0
Posted 07/11/2017 by Michael Maneia in News

Manca poco meno di un mese all’uscita di Xenoblade Chronicles 2, sequel di quel Xenoblade Chronicles che è stato un eccellente canto del cigno per Nintendo Wii.

Giusto per rincarare la nostra dose di hype, oggi, 7 novembre, Nintendo ha deciso di fornirci un ulteriore antipasto di ciò che ci aspetterà il 1° dicembre su Nintendo Switch tramite un Direct interamente dedicato al nuovo JRPG di Monolith Soft.

Si parte subito alla grande con l’annuncio di una feature che molti aspettavano, ovvero il cosiddetto Dual Audio: al lancio sarà possibile scaricare gratuitamente un pacchetto contenente il doppiaggio originale in lingua giapponese nel caso lo preferiate a quello inglese, inoltre ci viene mostrato l’ultimo trailer del gioco che va a presentare la maggior parte dei personaggi coinvolti nella trama, siano essi protagonisti, comprimari o antagonisti.
Soprattutto viene rivelata una nuova meccanica di gameplay legata a Pyra, la Gladius dai rossi capelli che accompagna Rex durante l’avventura: sarà infatti possibile trasformarla nella Gladius Mythra, dando quindi a Rex la possibilità di equipaggiare quattro Gladius al posto delle tre standard. Non è ancora chiaro se questa trasformazione sia legata solo a Pyra o possa essere sfruttata anche da altri Gladius e Ductor.

Il buon Rex in compagnia della bella Mythra

Si prosegue dunque alla già annunciata modalità di ottenimento dei Gladius tramite cristalli nucleici, che ci permetterà di sbloccare nuovi alleati (e quindi armi), alcuni più rari e potenti di altri. Il rapporto tra Gladius e Ductor sarà estremamente importante, in quanto rafforzando la relazione tra i due tramite la collaborazione in battaglia, sbloccando dialoghi empatici oppure inviando in missione i Gladius a riposo come mercenari ci permetterà di sbloccare nuove skill e abilità passive utili ad affrontare i mille pericoli che incontreremo nel nostro viaggio verso Elysium.

Alrest, infatti, è popolata da una moltitudine di creature selvatiche e di persone che vogliono rubarci l’Aegis, di conseguenza dovremo stare attenti sia al nostro equipaggiamento, sia all’ambiente che ci circonda:  le condizioni atmosferiche e l’orario influiranno sui nemici presenti nelle varie aree di gioco ed inoltre ogni creatura avrà il suo carattere: alcune saranno docili altre invece attaccheranno a vista, mentre altre ancora chiameranno in aiuto il branco se minacciate o si getteranno in battaglia nel caso in cui mettessimo in pericolo i loro piccoli.
Esplorando potremo anche imbatterci in mostri rari e molto pericolosi, i quali richiederanno di sfruttare ogni abilità presente nel gioco per poterli sconfiggere; una volta sconfitto un mostro raro non solo otterremo tesori di gran valore ma apparirà una lapide nel punto in cui quel particolare nemico è stato ucciso, sia per commemorare la nostra impresa, sia per darci la possibilità di sfidare una seconda volta la creatura, interagendo con la lapide.

Certi ambienti paiono estremamente evocativi ed ispirati

Per agevolare la nostra esplorazione dei vari Titani che compongono il mondo di Alrest avremo anche a disposizione un sistema di viaggi rapidi legato a punti di interesse, come accadeva nel primo Xenoblade e inoltre (nuovamente come nel capitolo precedente e a differenza di quanto si è visto nello spin-off Chronicles X) saranno presenti varie città visitabili dove potremo ottenere nuovi equipaggiamenti o denaro sonante in cambio degli oggetti che raccoglieremo tramite i punti di raccolta o tuffandoci nel mare di nuvole. Ritorna anche il sistema di quest già visto nei precedenti capitoli della saga, senza troppi cambiamenti.

Il sistema di combattimento prende invece ciò che abbiamo visto nei passati episodi della serie e lo rinnova: avremo a disposizione tre tipi di combo, le combo Ductor ci permetteranno di infliggere più danni in primis stordendo, poi facendo cadere e lanciando in aria il nemico usando le varie Arti che caricheremo usando l’attacco automatico; le combo Gladius, invece, ci doneranno vari bonus come resistenza ai colpi oppure danni maggiorati concatenando le tecniche speciali di ogni Gladius, sarà vitale quindi scambiare spesso arma e utilizzare le varie tecniche speciali dei nostri compagni (potranno utilizzarle solo nel caso in cui noi decidiamo che possono farlo) per ottenere una combo più lunga possibile; l’ultimo tipo di combo è la combo Fusione, e, come avrete già intuito, richiede l’esecuzione di una combo Gladius mentre stiamo già eseguendo una combo Ductor, così facendo il danno al termine della combo risulterà di gran lunga più ingente del previsto.

Eseguendo una lunga combinazione potrà apparire, attorno al nemico, una sfera elementale, utile all’esecuzione della Tecnica Superlativa: caricando le tre barre dell’indicatore presente nella parte in alto a destra dello schermo, il party darà inizio a un attacco di gruppo sferrando in sequenza le loro tecniche speciali. Questo assalto normalmente termina dopo tre mosse speciali ma, nel caso riuscissimo a far esplodere una delle sfere elementali create da una combo, potremo continuare il nostro attacco aumentando considerevolmente l’output di danno.

Sarà vitale sfruttare ogni nostra capacità per eliminare i mostri rari

A questo nuovo sistema si aggiungono una sequela di personalizzazioni: oltre alla possibilità di ottenere nuove Gladius tramite i cristalli, anche il tipo di Gladius equipaggiati (che si dividono in attaccanti, tank e healer) ci darà vari bonus alle nostre statistiche. Aggiungiamo poi che ogni Gladius ha quattro skill attive delle quali solo tre possono essere usate in battaglia ed è possibile assegnare Cristalli Ausiliari o Frammenti Nucleici a ogni Gladius alterandone aspetto e statistiche: la varietà è servita.
Per quanto riguarda la Gladius robotica Poppi, legata al Nopon Tora, il discorso è diverso: potremo sì potenziarla tramite i Cristalli, ma la sua particolare situazione ci permette di sostituire i vari moduli che la compongono, alterandone skill, elemento e statistiche. Questi moduli potranno essere sbloccati tramite il minigioco “Tiger! Tiger!” disponibile sull’Argentum, una nave mercantile Nopon, e installati in seguito nella robottina.

A chiudere il Direct troviamo l’annuncio del Season Pass di Xenoblade Chronicles 2 che, al costo di 29.99 €, ci permetterà di scaricare vari contenuti nel corso del 2018, tra i quali nuove missioni, Gladius e contenuti. Dal 9 novembre sarà anche possibile ottenere gratuitamente gli abiti di Rex in The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

Ecco a voi tutti i contenuti previsti per il Season Pass

Vi ricordiamo quindi che Xenoblade Chronicles 2 uscirà nei negozi il prossimo 1° dicembre, sia in versione standard che Collector’s Edition contenente la Steelbook, l’Artbook e la colonna sonora del gioco, e sarà disponibile nei negozi anche un Nintendo Switch Pro Controller a tema. Per chi fosse interessato alla versione digitale, invece, è già possibile preordinarla su Nintendo eShop al prezzo di 59.99 € per il solo gioco, o 89.98 € per il gioco più il Season Pass.


About the Author

Michael Maneia
Michael Maneia

Nato tra le risaie, cresciuto a console e jrpg, per poi convertirsi al PC. I videogiochi han avuto un tale peso sulla sua vita che li ha fatti diventare il suo lavoro.