Ultime novità riguardo Super Smash Bros

0
Posted 16/09/2014 by La Redazione in News

Attraverso questo articolo, riassumeremo le ultime novità degli ultimi giorni riguardanti Super Smash Bros 4 Nintendo 3DS uscito in Giappone il 13 settembre.

Innanzitutto, partiamo con una novità davvero interessante: attraverso Nintendo of Japan siamo venuti a conoscenza che in sole 72 ore, in Giappone sono state vendute più di un milione di copie di Super Smash Bros, un debutto favoloso per questa Killer-app.

Passando avanti, negli ultimi giorni, Gamespot si è imbattuto in una schermata presente nella versione 3DS di Super Smash Bros che fa ipotizzare ad un eventuale uso del 3DS come controller per la versione Wii U, sarà eventualmente anche possibile di scambiarsi personaggi.

Sarà possibile quindi usare il 3DS come controller Wii U?

Un’altra novità riguarda il fatto che, a differenza di molti altri giochi per Nintendo 3DS, con Super Smash Bros non sarà possibile pubblicare immagini su Miiverse o andare sul Browser durante le sessioni di gioco, quest’opzione sarà invece disponibile sul New Nintendo 3DS dotato di una maggior potenza.
Questo è causato probabilmente dal fatto che Super Smash Bros 3DS gira a 60 fps ed essendo un gioco molto pesante, il 3DS è stato sfruttato molto.

Tra le varie modalità all’interno del gioco, c’è anche una modalità spettatore, la quale permetterà di visionare dei dati globali riguardo i giocatori ma, Sakurai avverte che sarà possibile anche trovare personaggi non ancora sbloccati.

Modalità Spettatore.

Per concludere, alcuni giocatori Giapponesi di Super Smash Bros si sono ritrovati bloccati dalla modalità online dopo aver utilizzato il personaggio di Peach, si spera che Nintendo rilasci informazioni a riguardo.
Con questo è tutto, alla prossima!

Peach è pronta a combattere!


About the Author

La Redazione

Pixel Flood è una giovane realtà italiana impegnata nel settore videoludico. Siamo una redazione sempre in crescita, che si occupa principalmente di videogiochi (ma senza disdegnare boardgame e giochi di ruolo) con una particolare attenzione al panorama indie italiano. Crediamo che il valore di un gioco non debba essere espresso da numeri inflazionati: per questo nelle nostre recensioni diamo medaglie e non voti.