Partita la campagna di crowdfunding per Psychonauts 2!

0
Posted 04/12/2015 by La Redazione in News

Maybe. Never say never. Who knows. Haha
FUCK YEAH!!!!!!!
LET’S DO THIS

Il palco di The Game Awards  ha visto l’annuncio del seguito del platform 3D Psychonauts e della relativa raccolta fondi.
La cifra da raggiungere è 3,3 milioni di dollari dai fan, con il resto coperto da Double Fine e da un anonimo finanziatore esterno. Il capolavoro del 2005 era costato 13 milioni di dollari, come dichiarato da Tim Schafer in un’intervista a Kotaku nel 2012 in seguito ad un famoso tweet di Notch, a cui lo sviluppatore di Minecraft aveva dovuto dare seguito con un post sul suo tumblr per placare l’hype.
Adesso le maggiori testate identificano questo undisclosed partner proprio in Notch.

Nella galleria di facce che gridano di essere “into it“, oltre ai reduci dello storico team come Erik Wolpaw (su gentile concessione di Gaben: Wolpaw è dipendente Valve) e Peter McConnell, c’è anche l’attore Jack Black, che aveva dato la voce e le sembianze al protagonista di Brütal Legend e poi era tornato a collaborare con lo studio californiano su Broken Age.

In merito alle polemiche seguite alla gestione dei fondi del Kickstarter di Broken Age, la campagna record che aveva portato nelle casse di Double Fine proprio 3,3 milioni di dollari (a fronte dei 400 mila richiesti), Polygon riporta che secondo Schafer stavolta non ci sarà il problema dello scalare il progetto da “gioco in Flash” a titolo con un budget importante con i conseguenti ritardi in quanto si parte proprio tenendo a modello il primo Psychonauts.

Secondo le dichiarazioni di Schafer, per la prima volta in assoluto si tratta di una campagna che, oltre ai classici reward a cui siamo abituati su Kickstarter, offre la possibilità di partecipare come investitori.
La piattaforma utilizzata è Fig, lanciata quest’anno da Justin Bailey, ex COO proprio di Double Fine, e della quale Schafer è consulente.

Il gioco è in fase di preproduzione e la pubblicazione è prevista per l’autunno del 2018 su Windows, Mac, Linux, Xbox One e PlayStation 4.
A documentare tutto il processo ci sarà 2 Player Productions, come già per Broken Age.

Potete lanciare tutti i vostri soldi qui.


About the Author

La Redazione

Pixel Flood è una giovane realtà italiana impegnata nel settore videoludico. Siamo una redazione sempre in crescita, che si occupa principalmente di videogiochi (ma senza disdegnare boardgame e giochi di ruolo) con una particolare attenzione al panorama indie italiano. Crediamo che il valore di un gioco non debba essere espresso da numeri inflazionati: per questo nelle nostre recensioni diamo medaglie e non voti.