Mew-Genics: l’eugenetica felina

0
Posted 20/06/2014 by La Redazione in News
Mew-Genics_Game

Mew-Genics è il nuovo, assurdo progetto di Edmund McMillen e Tommy Refenes. L’indipendente Team Meat è conosciuto soprattutto per due grandi titoli: Super Meat Boy e The Binding of Isaac, capaci di mescolare meccaniche di gioco “dure e pure” con gli immaginari ormai divenuti marca stilistica di McMillen. Meno conosciuto e giocato è The Basement Collection, antologia dei titoli “mcmilleniani” pubblicati su Newgrounds rivisti ed ampliati per l’occasione (senza dimenticare il corredo di fumetti e disegni dell’autore. Da segnalare in particolare, nella collezione “ludica”, AVGM, Aether, Triachnid -fonte d’ispirazione per il buon Incredipede di Colin Northway- e il sorprendente puzzle/platform Time Fcuck).
Mew-Genics sarà una surreale commistione di generi videoludici: dai gestionali (con la possibilità di allevare un numero esorbitante di felini e di costringerli poi all’accoppiamento, dando vita ad esseri mutanti sempre più inquietanti) ai picchiaduro (sarà possibile mettere in scena veri e propri combattimenti tra le creature ottenute di volta in volta), passando per le sfide di corsa tra i gatti geneticamente modificati. Il tutto sarà condito dalla solita, fantastica estetica del Team Meat, sospesa tra immaginari fanciulleschi-autobiografici e mostruosità assortite (animali con tre teste e code “serpentine”, feci ricoperte di mosche e chi più ne ha più ne metta…), con un’interfaccia grafica simile a quella apprezzata nel succitato AVGM e in Spewer. Un tripudio di bianchi, neri e scale di grigi. Da segnalare anche la colonna sonora, firmata dal duo Ridiculon, composto da Jon Evans e Matthias Bossi (si veda il video proposto qui sotto).
Il gioco è atteso su Steam e dispositivi iOS, in data ancora da definire.



About the Author

La Redazione

Pixel Flood è una giovane realtà italiana impegnata nel settore videoludico. Siamo una redazione sempre in crescita, che si occupa principalmente di videogiochi (ma senza disdegnare boardgame e giochi di ruolo) con una particolare attenzione al panorama indie italiano. Crediamo che il valore di un gioco non debba essere espresso da numeri inflazionati: per questo nelle nostre recensioni diamo medaglie e non voti.