Game Happens! Right Now – Date, ospiti, programma

0
Posted 06/06/2016 by Honoo5 in News

A fine giugno si svolgerà a Genova la terza edizione del Game Happens!, festival dedicato al mondo videoludico a tutto tondo, tra conferenze, showroom ed esibizioni live. L’evento, che vanterà ospiti di un certo spessore, quest’anno sarà in parte accessibile al pubblico gratuitamente (nello specifico la zona showroom). Prima di lasciarvi al comunicato ufficiale, potete dare una letta al nostro reportage dell’edizione del 2015 (parte 1, parte2).

Ritorna per il terzo anno consecutivo Game Happens!, il festival internazionale dedicato a game design e realtà virtuale . L’evento si svolgerà il 24-25 giugno a Genova nella storica cornice di Villa Bombrini e si propone di mettere in contatto game developer, studenti e studentesse nonché appassionati di videogiochi indipendenti: due giorni di seminari, showcase e workshop per imparare da chi lavora da anni nell’industria creativa.

L’evento internazionale è un’idea di Marina Rossi e Federico Fasce , già fondatori dello studio di sviluppo indipendente Urustar Srl e iniziatori dell’omonima associazione culturale che gestisce Game Happens. Il festival è stato organizzato insieme a Genova Liguria Film Commission con il supporto di Società per Cornigliano , entrambe impegnate nella promozione culturale del territorio, ed ETT SpA , digital creative industry e knowledge integrator che lavora nel campo dell’innovazione culturale e che torna per la seconda volta in prima fila a promuovere l’innovazione sul territorio regionale e nazionale. Per il primo anno si aggiunge tra i supporter dell’evento anche Miniclip Italia , una delle realtà internazionali protagoniste del mercato casual e mobile che si è recentemente affermata con il gioco Basketball Stars.

Dopo il successo della scorsa edizione, quest’anno Game Happens! si preannuncia ancora più ricco di appuntamenti e di contenuti. Diversi i nomi provenienti dal panorama internazionale dei giochi:

  • Eric Zimmerman, padre del game design moderno e fondatore del Game Center alla New York University, parlerà di come essere game designer non si traduca solo in una professione, ma anche in un modo di interpretare il mondo.
  • Tale of Tales, duo di artisti provenienti dal Belgio impegnati nella realizzazione di una cattedrale in realtà virtuale, tracceranno un parallelo tra l’arte antica e l’arte digitale realizzata con il computer.
  • Matteo Bittanti e Pietro Righi Riva presenteranno il nuovo master universitario interdisciplinare che mira a formare una nuova generazione di game designer per i quali i videogiochi sono una forma espressiva situata all’intersezione tra arte, design e tecnologia.
  • Mata Haggis (professore alla NHTV University di Breda) parlerà di storytelling, mentre Niki Smit (fondatore di Monobanda PLAY) dedicherà il proprio intervento ai giochi che non prevedono regole. La presenza di Haggis e Smit prosegue il tradizionale rapporto tra la realtà genovese e quella olandese, supportato fin dalla prima edizione anche dal Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano che ha individuato in questo settore un mercato interessante su cui puntare e in cui condividere l’esperienza e il knowhow olandesi contribuendo a rafforzare il dialogo tra creatività, ricerca, imprenditorialità e mercato.

Con gli incontri che si terranno nelle mattinate di venerdì 24 e sabato 25 giugno, Game Happens! cerca di ispirare giovani game developer e artisti, mostrando loro gli strumenti necessari per poter avviare la professione, permettendo all’industria italiana di crescere e di emergere anche nella scena europea attraverso collaborazioni tra professionisti. La condivisione dell’esperienza è infatti uno dei punti di forza dell’associazione che vanta partnership e collaborazioni con eventi come Internet Festival, Codemotion, Game Design Week.

WORKSHOP – All’insegna del rinnovamento, Game Happens! propone per la prima volta workshop intensivi di otto ore che spazieranno dalla concept art, all’uso di sensori per controllare i videogiochi, fino alla realizzazione di prototipi con Unreal Engine. I posti sono limitati.

SHOWCASE – In entrambe le giornate per tutta la durata del festival, sarà accessibile gratuitamente al pubblico l’area showcase , dove saranno disponibili oltre venti postazioni con i migliori giochi indipendenti selezionati tra ottanta candidature provenienti da tutta Europa . Alle postazioni, si potranno provare i giochi e incontrare gli sviluppatori. Tra i titoli in showcase, EnigmBox di Benoît Freslon – gioco mobile che ha da poco ottenuto due dei più ambiti premi del Casual Connect di Singapore (gioco più innovativo e premio della critica).

BUSINESS – Le aziende interessate a coltivare i talenti avranno anche l’opportunità di partecipare alle sessioni di pitch e di speed business meeting, brevi incontri di impresa per trovare nuove opportunità di business.

NON SOLO GIOCHIGame Happens! quest’anno non sarà solo conferenze e workshop: nella serata di venerdì 24 giugno il Teatro Altrove ospiterà un concerto gratuito di chiptune, musica elettronica composta usando vecchi GameBoy. Alla consolle, Kenobit, artista italiano con esperienza internazionale, e – per la prima volta in Italia – Chipzel, musicista e performer, nonché compositrice di colonne sonore di videogiochi.

BIGLIETTI – Per partecipare al festival, sono in vendita i biglietti sul sito gamehappens.com. Sarà invece gratuito l’accesso all’area showcase. A disposizione anche un numero limitato di Student Pass (a metà prezzo, pensato per chi studia all’Università o alle scuole superiori), e di Business Pass, per chiunque sia alla ricerca di opportunità di investimenti e di collaborazioni con imprese del settore.


About the Author

Honoo5
Honoo5

Principalmente dorme e perde tempo a refreshare i news feed. Ha avuto diverse carriere di successo in passato (scienziato, pallavolista, pittore). Non ascolta più musica, non guarda più tanti film, guarda il wrestling. Gli sono sempre piaciuti molto i videogiochi.