Friend & Foe: nuovo studio indie creato dagli ex sviluppatori di The Last Guardian

0
Posted 23/06/2014 by Sarah Hugel (Nechi) in News
vane_header

Gli ex sviluppatori di The Last Guardian e alcuni altri veterani del settore hanno deciso di formare un nuovo studio indipendente, la Friend & Foe, che attualmente sta lavorando a due progetti: Vane e Dangerous Men. Questo nuovo studio ha sede a Tokyo ed è composto da 5 persone:

  • Ivar Dahlberg: illustratore, ragioniere
  • Rasmus Deguchi: direttore artistico e disegnatore d’ambienti
  • Thomas Lilja: capo dello studio e responsabile della musica
  • Rui “Mad Dog” Guerriero: programmatore e artista di Vane
  • Victor Santaquieteria: sviluppatore Dangerous Men

Tutti e cinque hanno avuto esperienza nello sviluppo di giochi AAA, come Battlefield 3, Killzone, The Last Guardian e molti altri ancora. La fisolofia di questo nuovo studio è “sviluppare giochi estremamente agili” e hanno lo scopo di autofinanziarsi e autopubblicare i propri titoli. Stanchi di lavorare per grosse compagnie e con la scommessa di far emergere il loro talmento in quelle che sono le avventure che hanno sempre sognato di fare.

Dangerous Men: è un action arcade basato su una squadra di polizia, il tutto ambientato negli anni ottanta. Il gioco vedrà come protagonisti i detectives Dan e Don contro la Punk Gang. Il gioco è sviluppo per iOS ma saranno annunciate nuove piattaforme in seguito.

dangerous_men_logo

Vane è un’avventura grafica open world che vuole enfatizzare le atmosfere, i misteri e le esplorazioni. Il giocatore impersonificherà un bambino con delle strane abilità e dovrà esplorare lande sconosciute risolvendo degli enigmi. Vane è in sviluppo per PC e anche in questo caso verranno annunciate altre piattaforme in seguito.

vane_gif

Fonte


About the Author

Sarah Hugel (Nechi)

Cresciuta senza videogiochi perché la mamma non voleva, Sarah, alla tenera età di 6 anni inizia ad autoinvitarsi a casa degli amici per giocare a Super Mario dando in cambio la possibilità di giocare con le proprie Barbie. Quando finalmente nel lontano 1998 le arriva in casa il primo PC, le si apre un mondo: inizia così una gestione sfrenata di ospedali, civilità e parchi dei divertimenti. Nel frattempo esplorava civiltà perdute grazie all'aiuto di Lara Croft. Negli anni questa passione è cresciuta ed ora si dedica un po' a tutto quello che passa su PC/Mac e Android, con un occhio di riguardo per quello che accade nel mercato tecnologico.