Che sia giunto il momento di Zero Escape 3?

0
Posted 19/03/2015 by Rugerfred in News
4infinity

Può darsi che non sia conosciuto ai più, ma Kotaro Uchikoshi è il game director di una delle serie videoludiche più intriganti di sempre. Stiamo parlando della serie Zero Escape, uscita su Nintendo DS con il primo episodio 999: Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors e su 3DS e PS Vita con il sequel Virtue’s Last Reward.

Ci sarebbe dovuto essere un terzo capitolo conclusivo della serie, che però è rimasto in attesa per anni, e non di rado Kotaro ha accennato a “ostacoli” che ne hanno impedito lo sviluppo. Dopo  un messaggio di scuse in cui si dispiaceva per non avere ancora news da dare ai fan, è nato addirittura un gruppo di supporto chiamato Operation Bluebird, il cui scopo era diffondere e far aumentare la consapevolezza per il terzo capitolo. Dopo il primo capitolo della serie era successa una cosa strana: dati alla mano si è riscontrato che il pubblico occidentale era molto più legato al gioco di quello orientale. È inusuale che un ibrido visual novel/avventura grafica trovi un riscontro così positivo in occidente, e Virtue’s Last Reward è stato pubblicato dando la priorità al mercato occidentale.

Non è un caso quindi che dopo anni di attesa, e hype, sia proprio su un sito registrato dall’americana Aksys Games, chiamato 4infinity, a dare nell’occhio. Il nome in sé da da pensare, e sicuramente si ricollega ai precedenti lavori di Kotaro, già game director della serie Infinity che comprendeva Never 7: The End of Infinity, Ever 17: The Out of Infinity, Remember 11: The Age of Infinity e 12Riven.

Che questo sito 4infinity sia dunque legato al terzo capitolo della serie Zero Escape oppure ad una ripubblicazione dei quattro capitoli della serie Infinity è ancora presto per dirlo.


About the Author

Rugerfred

Game Designer freelance, videogiocatore, sperimentatore musicale e affamato di sapere. Ha un conto aperto con Volfied e troppi progetti aperti e non finiti per poter vivere tranquillamente. Cerca di dividere il proprio tempo libero tra gioco analogico e digitale, trovandosi così con giochi che occupano la maggior parte del suo spazio virtuale e fisico.