Crossing Souls: intervista agli sviluppatori

0
Posted 03/12/2014 by Samuel Castagnetti in Interviste
Intervista Crossing Souls

Dopo un cauto scavenging di progetti Kickstarter, abbiamo trovato una perla in sviluppo presso Fourattic, piccolo studio spagnolo, e pubblicato da Devolver Digital. Stiamo parlando di Crossing Souls. Il gioco si presenta come un action adventure old-school con tocchi RPG e elementi di esplorazione e puzzle da risolvere, tutto unito a un fantastico feel degli anni 80′. Ovviamente potete trovare il progetto con dettagliate informazioni su Kickstarter. Il progetto è molto promettente, ma il video che potete trovare qua sotto lo spiega meglio di me.

Ora passiamo alla parte succosa del tutto, ovvero l’intervista da loro concessaci.

Samuel: Ok, partiamo, è evidente che avete preso ispirazione da molti film e prodotti usciti negli anni 80′ e lo avete specificato pure sulla vostra campagna Kickstarter, ma ve lo chiederò ancora una volta in questa sede: quali sono state le vostre fonti d’ispirazione? Avete preso ispirazione dalla serie di The Dresden Files?
Fourattic: Il gioco è stato fortemente influenzato dalle nostre infanzie, quindi abbiamo preso ispirazione da molte fonti. Film come E.T., I Goonies, Stand by me o Explorers sono davvero importanti per noi e abbiamo delle felici memorie legate a loro, di conseguenza nel gioco ci saranno tanti easter egg provenienti da tali prodotti. Vogliamo che i giocatori si ricordino della loro infanzia mentre giocano quindi abbiamo incluso filmati basati su cartoni animati come TMNT (Le Tartarughe Ninja), He-Man, Dungeons & Dragons o Visionairies. Speriamo che la gente apprezzerà guardarli!
Sfortunatamente, anche se conosciamo la serie di The Dresden Files non abbiamo preso ispirazione da essa. Non ha nulla a che fare con gli anni 80′!

S: Affermate nella campagna Kickstarter che il gioco sarà un Action Adventure con elementi RPG e puzzles. Dando per scontato che gli elementi Action Adventure saranno basati sul Zelda (come affermato su Kickstarter), cosa sarà influenzato dagli elementi RPG? E come pensate di integrare i puzzle nel gioco?
F: Questo gioco è molto simile ai vecchi Zelda, quindi è più un Action Adventure che un RPG. Ad un certo punto dell’avventura sarà possibile potenziare armi e alcune statistiche dei personaggi, ma non come i classici Action RPG come Diablo, ad esempio. Noi diamo più importanza agli elementi d’avventura, esplorazione e di risoluzione dei puzzle.
Uno degli elementi più importanti del gioco è la pietra DUAT. Questa misteriosa pietra che i giocatori troveranno presto nel gioco, sarà in grado di connettersi sul piano della morte e di conseguenza alle migliaia di anime che lo abitano, in attesa di un processo che permetta loro di riposar finalmente in pace. Grazie alla pietra, il giocatore sarà in grado di interagire con NPC provenienti da periodi storici differenti, che potranno aiutare nell’avventura, di conseguenza dovrete utilizzarla saggiamente per raccogliere indizi e risolvere dei puzzle. Il personaggio che porta con se la pietra DUAT sarà quello che controlla la “zona morta” e l’unico a poter vedere i fantasmi.
In aggiunta i giocatori saranno in grado di controllare tutti e cinque i personaggi, ognuno dei quali ha differenti abilità e armi, di conseguenza potranno combinarle con la pietra DUAT in modo tale da superare puzzle e sfide che si troveranno di fronte nell’avventura.

crossing souls

S: A livello di location, ne mostrate tre nella campagna Kickstarter. Avete in mente di aggiungerne ulteriori oppure quelle già esistenti saranno sufficienti per l’intero gioco?
F: No no! Hahaha! Avremmo diverse location che sono ancora di includere nel gioco! Il gioco parla di un gruppo di ragazzi che intraprendono un viaggio in modo tale da salvare i propri parenti e combattere contro il Maggiore Oh Rus e il suo esercito, quindi i giocatori esploreranno molti luoghi durante l’avventura. Dopo l’inizio i giocatori dovranno esplorare l’intera città e la sua periferia: case, negozi (come il negozio di fumetti o la sala giochi), la libreria o una magione abbandonata! Con il progredire della storia scorpirete nuovi posti, come foreste, grotte e addirittura una piramide! Ma non posso dirvi nient’altro in proposito…

S: Ho notato che avete un team principalmente composto da elementi provenienti da paesi di lingua spagnola, e do per scontato che siccome lo studio è spagnolo venite tutti dalla Spagna. Ma ho notato che altri memebri del team arrivano da altri paesi,. Come gestite la comunicazione? Avete avuto problemi in proposito?
F: No! È vero che stiamo collaborando con persone provenienti da altri paesi, ma al giorno d’oggi, grazie alle nuove tecnologie, è davvero facile rimanere in contatto con persone che vivono lontano da te. A volte la differenza tra i nostri fusi orari può essere un fastidio, ma di certo non un grosso problema.

S: La colonna sonora è sorprendente! Quali sono i principali artisti o compositori che vi hanno ispirato?
F: Siamo contenti ti piaccia! Crediamo che la musica sia una parte importante in un videogame e così è in Crossing Souls. Essendo il gioco molto influenzato da film degli anni 80′, cartoni animati e musica, eravamo davvero interessati ad avere lo stesso stile musicale, tipico di quegli anni. Noi amiamo davvero la musica synthpop e abbiamo ascoltato numerose playlist su Soundcloud mentre lavoravamo. Un giorno ascoltammo la traccia Childhood Memories di Timecop1983, e ce ne innamorammo. Abbiamo mandato una email all’istante, chiedendogli di collaborare con noi siccome avevamo bisogno di alcune tracce nel nostro video di Kickstarter. Lui accettò e fece Mercury la quale è una delle bellissime canzoni che usiamo nel video. Sapevamo che la gente avrebbe apprezzato la sua musica e di conseguenza gli abbiamo offerto di creare l’intera colonna sonora del gioco. Siamo davvero fortunati ad avere lui nel team. Crossing Souls non sarebbe lo stesso senza la sua musica fantastica!

crossing souls cartoon

S: Volete dire qualcosa ai nostri lettori in aggiunta alle nostre domande?
F: Ricordate cosa avete provato quando avete visto Michael J. Fox trasformarsi nel più figo lupo mannaro di sempre? Oppure quando Gary e Wyatt hanno creato la donna perfetta con parti di giornale? Quando Elliott e la sua banda di amici decollarono con le loro biciclette? Oppure quando avete visto una DeLorean con dei capacitatori di flussi viaggiare nel tempo? Quella era PURA MAGIA. Il modo in cui le storie erano raccontate, faceva in modo che tu credessi in loro, e che potessi immedesimarti in ogni personaggio in maniera speciale. Con Crossing Souls il team vuole rivivere quelle sensazioni della nostra infanzia. Quelle avventure che possono accadere a chiunque. Vogliamo sviluppare un gioco divertente e profondo, con una grande trama che possa fare in modo che il giocatore ricordi quei tempi con un po’ di nostalgia: in tanti hanno usato un asciugamano come mantello, una scopa come spada o una capanna nascosta. Aiutateci a rendere questo sogno realtà e noi potremmo fare in modo che non ve ne pentiate. Avrete una grande avventura piena di nostalgia che ricorderete per tutta la vita!

Rigraziamo I ragazzi di Fourattic per averci concesso questa intervista, augurandogli buona fortuna con la campagna Kickstarter!

English Interview

Samuel: Ok, let’s start, is very clear that you took inspiration from a lot of movies and products that came out in the 80’ and you specified that also on your Kickstarter campaign, but I’ll ask you again here, what are your sources of inspiration? Also you took any inspiration from The Dresden Files series?
Fourattic: The game is very influenced by our entire childhood so we take inspiration from a lot of sources. Movies like “E.T.”, “The Goonies”, “Stand by me” or “Explorers” are very important for us and we have very lovely memories from them so you can expect finding a lot of “easter eggs” in the game coming from them 🙂 We also want the players to remember their childhood while they are playing so we have included some “cut scenes” which are based on the 80s cartoon shows like “TMNT”, “He-Man”, “Dungeons & Dragons” or “Visionaries”. We hope people enjoy watching them! Unfortunately, although we do know “The Dresden Files” we didn’t take any inspiration from it. They doesn’t have anything to do with the 80s! 🙂

S: You state in the campaign that the game will be a action adventure with RPG elements and puzzles. Assuming that the action adventure factor is represented by the Zelda elements, what will be affected by the RPG elements? Also how you plan to integrate the puzzles in the game?
F: The game is very similar to the old Zelda games so is more like an action adventure than a RPG. At some point in the adventure you will be able to upgrade your weapons and characters will upgrade some stats but nothing similar to the classic action rpg games like diablo for example. We give more importance to the adventure, exploration and puzzle resolution. One of the most important elements of the game is the DUAT stone. This is a mysterious stone that players will find earlier in the game and will be able to connect to the death plane and the thousands of souls that exist there, awaiting their trial to be able to finally rest in peace. Thanks to it, you will be able to interact with NPC from different times who can help you in your adventure so you will have to use it wisely to collect clues or solve some puzzles. The character holding the Duat Stone will be the one we’ll be controlling in the dead zone and it’s the only one who can see the ghosts. Also, players will be able to control five different characters, each one has its different abilities and weapons, so you will have to combine them together with the DUAT stone in order to overcome all the puzzles and challenges you will find along the adventure!

S: Locations wise you show three areas in the campaign, do you plan to add more locations or the existent one will be enough for the entire game?
F: No no! hahaha we have several locations to be included yet in the game! The game tells a story about a gang of boys who has to do a journey in order to save their relatives and fight against Major Oh Rus and his army so players will explore a lot of places along the adventure. At the beginning, players will have to explore the entire town and its outskirts: houses, shops (like comic book store or an arcade place), the public library or an abandoned mansion! As the story progress you’ll discover new places like the woods, caves or even a pyramid! but I can’t tell you more about it… 🙂

S: I noticed that you have a team that is mostly from Spanish speaking countries, I would assume as the Studio is from Spain that all of you are from Spain. But i can see that a couple of your team members are from other countries. How do you manage communication? Do you had any struggles with that?
F: Nope! It’s true that we are collaborating with some people from other countries, but today, thanks to new technologies, is really easy to keep in touch with people who live away from you. You know, sometimes the difference between our time zones can be a nuisance, but not a big problem at all.

S: The soundtrack is amazing! What are the main artists or composers that inspired the soundtrack?
F: Glad you like it! We believe that music is an important part of a video game and so is in Crossing Souls. Since the game is very influenced by 80s movies, cartoons and music we were very interested in looking for that style of music, typical of those years. We really love synthpop music and we listen to a lot of Soundcloud playlists while we’re working. One day, “Childhood Memories”, a track composed by Timecop1983, came up and we fell in love with it. Instantly, we sent and email asking him to collaborate with us as we need some tracks in our Kickstarter video. He agreed and made “Mercury” which is one of the awesome tracks we use in our video. We knew people would love his music so we offered him to create the entire OST of the game. We’re really lucky for having him with us. Crossing Souls wouldn’t be the same without his wonderful music!

S: Do you have anything you want to say to our readers in addition to our questions?
F: Do you remember what you felt when you saw Michael J. Fox turning into the coolest werewolf ever? Or when Gary and Wyatt created the perfect woman with parts of a scanned magazine? When Elliot and his band of friends took off with their bikes? Or when you saw a DeLorean with a flux capacitor could travel in time? That was PURE MAGIC. The way the stories were told made you believe in them and you could step into the shoes of any character in a special manner. With Crossing Souls the team wants to revive those childhood feelings. Those adventures that could happen to anyone. We want to develop a funny and profound game, with a great plot that can make the player remember those times with a bit of nostalgia: more than one has used a towel as a cape, a broomstick as a sword or have had a hidden cabin. Help us to make this dream come true and we can make sure that you won’t regret it. You will live a great adventure filled with nostalgia that you will remember all your life!


About the Author

Samuel Castagnetti

C'e' poco da dire, chi non sceglie Charmander come starter chiede arroganza, chi fa l'ingegnere su Guns of Icarus chiede arroganza, i programmatori di Asmandez pretendono che l'arroganza si abbatta su di loro. Non ho detto nulla di me stesso o forse, perche' mi arrogo il diritto di non farlo.