Tyranny: Bastard’s Wound – The Empire strikes Back

0
Posted 04/11/2017 by in PC/Mac/Linux

Piattaforma:
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by RickyAll
Recensione

Più o meno un anno fa vi raccontai perché Tyranny, RPG isometrico made in Obsidian Entertainment, meritava diverse menzioni d’onore sia per la sua narrazione singolare (per chi non lo sapesse, in Tyranny si è dalla parte del male) sia perché si distaccava da alcuni fra i capisaldi di questo genere (come le classi, ad esempio).

Dopo il deludente contenuto scaricabile Tales from the Tiers, il quale, nel caso non aveste già letto la recensione principale, si limita ad aggiungere eventi casuali, cutscenes e poco altro, ho accolto a braccia aperte Bastard’s Wound, il primo vero e proprio DLC dedicato a Tyranny, il quale prometteva di ampliarne la storia attraverso nuovi archi narrativi, nuove quest e quant’altro. In genere apprezzo molto contenuti del genere (vi basti pensare che ho adorato il contenuto scaricabile in due parti dedicato alla Biancamarca in Pillars of Eternity) e di conseguenza avevo alte aspettative per Bastard’s Wound, conscio del fatto che raramente Obsidian sbaglia un colpo. Purtroppo, mi sbagliavo.

Anche in questo DLC avrete a che fare con questi due simpaticoni in perenne litigio… Sebbene in maniera marginale.

Prima di analizzare perché Bastard’s Wound non è riuscito a soddisfare le mie aspettative, è necessario introdurvi ad un minimo di background per ciò che riguarda i traguardi raggiunti da Tyranny post-release: il gioco non ha venduto quanto sperato, nonostante sia, a mio avviso, narrativamente superiore al più tradizionalista Pillars of Eternity, e ciò probabilmente ha influito sul budget dedicato alle sue eventuali espansioni. Nonostante ciò, i contenuti di Bastard’s Wound sono così scarni e privi di novità da rendere l’intera esperienza un continuo déjà vu.

Questo DLC si posiziona all’interno del secondo atto della campagna principale, introducendo una nuova area del mondo fuori dal controllo dell’onnipotente overlord Kyros, nella quale saremo inviati, in qualità di Fatebinder, a sondare la popolazione e deciderne il destino. Questa location è pensata per personaggi di livello medio-alto, di conseguenza avremo a che fare con mappe e dungeon abbastanza complessi, equipaggiamento degno di nota e tutto ciò che un RPG può offrire ad un party già navigato. Purtroppo, l’elenco dei pro finisce qui.

La più grande pecca di Bastard’s Wound è infatti la completa assenza di novità rispetto al contenuto del gioco base: la storia affrontata in questo capitolo è relativamente slegata rispetto al filone narrativo principale, rendendo così il contenuto quasi autoconclusivo. Volendolo descrivere senza mezzi termini, Bastard’s Wound si limita, purtroppo ad essere un more of the same ben realizzato: un contenuto di cui potevamo tranquillamente fare a meno. L’unica vera aggiunta degna di nota sono sicuramente le companion quest che si sviluppano all’interno della nuova area, le quali aggiungono un minimo di pepe ai membri del party che nel titolo vanilla peccavano di scarso sviluppo delle loro vicende personali.

Nulla. Di. Nuovo. Sigh

In definitiva, Bastard’s Wound non è ciò che mi aspettavo da un DLC per un gioco che, nonostante le scarse vendite, mi aveva conquistato. Ammetto che probabilmente sono vittima della classica sindrome delle aspettative deluse, ma mentirei a me stesso e a voi che mi state leggendo se nascondessi l’estremo disappunto che ho provato durante l’intero playthrought (della durata 5-6 ore). La cosa che mi rende ancora più insoddisfatto è che probabilmente, proprio a causa del suo insuccesso commerciale, Tyranny non riceverà né nuovi contenuti aggiuntivi né un seguito. Peccato, ci avevo preso gusto nel vestire i panni del malvagio, per una volta.

Delusione

Perché sì:
Perché no:
  • Rimane comunque parte di un ottimo gioco

 

  • More of the same


About the Author

RickyAll

Al secolo Riccardo Allegretti (no, il mio nickname non significa Riccardo Tutto e sì, sono una persona molto fantasiosa). Videogiocatore quasi a 360 gradi, recensore a 720, persona a 1080p. Come avrete notato, ho molti talenti, ma non la simpatia. RPG Master Race!