The Collider 2 – Qui è Rosso 5, comincio l’attacco!

0
Posted 22/04/2016 by in PC

Piattaforma:
 
Software House:
 
Genere: ,
 
PEGI:
 
by Stefano Robert Rebessi
Recensione

Una gigantesca nave madre orbita attorno al pianeta, bombardando la superficie con potenti raggi laser, facendo esplodere città ed installazioni. Un eroe è chiamato a distruggerla, in quella che sarà una missione al limite del suicidio: penetrare attraverso un cunicolo, passare indenne tra le strutture in movimento e distruggere il nucleo al suo interno, salvando così il pianeta e la popolazione tutta.

Vi ricorda qualcosa? Se avete cominciato a sorridere e ad immaginarvi alla guida d’un certo caccia interstellare allora avete avuto la mia stessa idea.

Evitare i blocchi in boost è fondamentale per avere più punti !

Evitare i blocchi in boost è fondamentale per avere più punti!

The Collider 2 è un videogioco sviluppato dalla Shortbreak Studios s.c., la cui storia è praticamente inesistente, a parte la premessa iniziale, e i livelli ad essa inerenti sono un addestramento sempre crescente per poter affrontare la modalità sopravvivenza, che verrà sbloccata al raggiungimento dell’ottavo livello.
La modalità storia è composta da 6 sezioni suddivise in 9 missioni dai molteplici obiettivi: distruggere cubi rossi, acquisizione d’artefatti alieni, raccolta di un determinato numero di monete e compiere la missione entro un determinato arco temporale. Ogni sezione cambia gli ostacoli che dovremo affrontare, in difficoltà crescente, mettendoci in seria difficoltà (almeno per quanto mi riguarda) solo dalla sezione 4 in poi.
Alla fine d’ogni missione riceveremo un rating da 1 a 3 che ci consentirà di ricevere più o meno crediti come ricompensa. Questi serviranno per migliorare la nostra navicella, acquistarne di nuove e sviluppare gli upgrade che raccoglieremo attraversando i livelli.

Per poter cambiare nave dovremo sbloccare le sezioni, senza le quali non potremo accedere ai mezzi, il che blocca l’avanzamento verso la fine del gioco. È indispensabile, quindi, completare tutti i livelli al più alto rating possibile, così da poter avanzare speditamente e senza intoppi.

I nostri risparmi digitali vanno sapientemente investiti nel potenziare l’impianto di scudi (fondamentale per evitare di esplodere al primo contatto!) ed i reattori posteriori, che altrimenti si surriscalderebbero troppo rapidamente fino ad esplodere, obbligandoci a cominciare dall’inizio l’intero livello.

Oltre a questi upgrade, che agiscono direttamente sul nostro velivolo, possiamo potenziare anche la durata dei power-up temporanei sparsi per le missioni, come il magnete, per raccogliere i crediti intorno a noi, lo scudo migliorato, il moltiplicatore del punteggio ed il condensatore per usare il boost impunemente senza preoccuparsi del  surriscaldamento.
Tutti questi power-up, e il saggio impiego degli stessi, sono fondamentali per sopravvivere, soprattutto arrivati alla ciccia del gioco.

Come avevo già detto precedentemente, la storia è un enorme addestramento per ciò che è realmente il core dell’esperienza, la modalità sopravvivenza, in cui attraversare tutti i livelli in una singola run, a velocità sempre più incalzante. Non nego di essermi ritrovato in più di un’occasione a mormorare frasi convulse, mentre cercavo di evitare un ostacolo, o d’infilarmi in un anello all’ultimo secondo, mentre attivavo il boost per ottenere più punti. La velocità raggiunge livelli in cui solo esperienza e rapidità potranno salvare il giocatore dallo schianto. Forse. Al momento in cui scrivo, sono riuscito (dopo tanto penare) a raggiungere la terza posizione della leaderboard settimanale e, attualmente, più di così non riesco a fare, ma raggiungere questo traguardo mi ha regalato delle soddisfazioni che non avrei mai pensato di ottenere da un gioco come questo.

Lista High Score settimanale per il multiplayer mondiale

Lista High Score settimanale per il multiplayer mondiale.

In conclusione, The Collider 2 è un gioco casual che richiede riflessi d’acciaio. La modalità storia non è particolarmente longeva, ma permette di divertirsi con la sopravvivenza e mettere alla prova le nostre capacità di reazione. Regala una scarica d’adrenalina e buone sensazioni, soprattutto quando si pensa di essere a bordo di un certo, classico, caccia stellare, sparato a tutta birra verso il nucleo della nave madre.
È strutturato per essere impiegato anche con la realtà virtuale, ma non avendo tale dispositivo mi è stato impossibile provarla. Ciò che mi viene da pensare, a riguardo, è che con la VR l’immersione, la sensazione di velocità e disorientamento aumenterebbe, regalando una sensazione di gioco migliore, nonché un notevole aumento della difficoltà nella gestione della navicella.

Ho trovato poco azzeccata, invece, la scelta di non avere un sistema di sfida in locale, o perlomeno una griglia di high scores. Questa modalità è presente solo online e racchiude tutti i giocatori del mondo, senza possibilità di filtrare o di scorrere lo scoreboard stesso. Peccato.

Per il resto, The Collider 2 è un gioco che mi sento di consigliare a coloro che vogliono divertirsi in poco tempo e provare adrenalina come pochi altri giochi, ma solo se avete dei buoni riflessi. Se vi mancasse questa caratteristica, il gioco si rivelerebbe frustrante e poco divertente, soprattutto ai livelli più alti, in cui è necessario reagire in frazioni di secondo.

Se pensate di avere la stoffa giusta per salvare il mondo, la vostra navicella è pronta su Steam, per €9.99.

premi_thecollider2

Perché sì:
Perché no:
  • Veloce
  • Adrenalina pura!
  • Controlli semplici

 

  • Non offre molto
  • Poca longevità
  • No riflessi, no party
  • High score registrato solo online, niente sfide locali

 


About the Author

Stefano Robert Rebessi
Stefano Robert Rebessi

Videogiocatore classe 1983. Dal Commodore C64 passando per l'Amiga e i primi PC, non disdegnando le consolle come PS2, XBOX360 , PS3, PS4 , 3DS XL , PSP , PSVita