Super Hydorah

0
Posted 18/10/2017 by in PC

Piattaforma: ,
 
Software House:
 
Genere: ,
 
PEGI:
 
by Carisma20
Recensione

Il titolo in questione è uno dei tanti passato sotto le mani di Locomalito, sviluppatore spagnolo che si autodescrive, citando direttamente dal suo sito, “a crazy man creating his own collection of new-old games.” È infatti conosciuto ai più per la realizzazione di videogames dal forte sapore retrò, e per l’estrema cura con cui essi vengono caratterizzati. Molti suoi titoli sono scaricabili gratuitamente in virtù della licenza Freeware con cui sono pubblicati, ma in questo caso ci troviamo di fronte ad un titolo pubblicato sugli store dei sistemi Microsoft e Valve.

Il gran numero di missioni è spalmato su una struttura non lineare delle stesse

Il gioco è già uscito come Freeware sotto il nome di Hydorah, ottimo per farsi un’idea del titolo in questione, e lanciarsi successivamente nella sua denominazione Super, versione del gioco rivista con numerose aggiunte tra cui livelli, armi, boss e modalità per due giocatori.

Il gioco si presenta come un classico sparatutto a scorrimento orizzontale: dopo aver scelto le armi primaria, secondaria e di supporto, saremo immediatamente lanciati nel vivo dell’azione per uccidere il maggior numero di nemici possibili, evitare di essere abbattuti e farci strada per arrivare alla fine del quadro. Non avremo, sullo schermo, una quantità eccessiva di proiettili, caratteristica che non gli vale la classificazione nella categoria “bullet hell“, ma resta decisamente impegnativo, grazie all’enorme quantità di segreti, varietà di nemici, difficoltà dei loro pattern e pericoli ambientali. Ho già parlato di altri esponenti del genere con un notevole livello di difficoltà, ma fate finta che abbia mentito, almeno un pochetto; qui mi sono ritrovato a dover ripetere svariate volte anche i primi livelli, raramente per il puro capriccio di aver mancato un bonus.

I nemici sono davvero vari, imprevedibili ed atipici

Ogni livello è diviso in varie zone, ed essere colpiti vuol dire ricominciare dall’inizio della zona in cui ci si trova, con la perdita di una parte dei power up ottenuti fino a quel momento. Questo a meno di non esaurire le vite a disposizione: in quel caso potremo beneficiare del classico continue, a discapito, però, dell’azzeramento del punteggio. E, a proposito di power up, è consigliato dare un’occhiata alla libreria interna al gioco per avere una panoramica degli oggetti da raccogliere, data la loro varietà davvero impressionante. In primis alcuni nemici, una volta abbattuti, rilasceranno dei potenziamenti che cambieranno colore dopo un determinato lasso di tempo e miglioreranno i nostri armamenti in base al colore mostrato durante la raccolta: verde per l’arma primaria, rosso per la secondaria. A questo si aggiungono potenziamenti per gli scudi, maggior velocità, navicelle extra (vite in più) e molto altro.

Ogni livello è profondamente caratterizzato e diverso da tutti gli altri

Il gioco vanta una buona ventina di livelli, numero di un certo rispetto e notevolmente superiore ai titoli da cui trae ispirazione, alcuni dei quali bonus, e tutti estremamente differenti tra loro. Altra ottima caratteristica è la non linearità, che permette di scegliere tra diverse route il percorso che più ci aggrada e di dover effettuare necessariamente più run per riuscire a giocarli tutti.

Super Hydorah si dimostra essere un perfetto esponente del genere, con un ottimo level design e una cura maniacale per i dettagli, come la possibilità di simulare le scanline tipiche dei vecchi schermi a tubo catodico; un insieme di cose che lo rendono un glorioso tributo ai vecchi giochi da sala. Un titolo impegnativo, che necessita di veder accumulare il numero di continue utilizzati per riuscire a padroneggiarlo, ma che sa restituire il feeling e la soddisfazione tipici di quegli anni nel riuscire a piazzare in vetta il proprio highscore sul cabinato.

Trovate il gioco su Steam e Microsoft store.

Amore per gli anni ’80

New-old game

Highscore

 

Perché sì:
Perché no:
  • Impegnativo
  • Caratterizzazione
  • Livelli

 

  • Frustrante per alcuni


About the Author

Carisma20

È difficile fare una buona impressione presentandosi in questo modo.