Shooting Stars – Gatto ploz

0
Posted 04/02/2016 by in Mac

Piattaforma: ,
 
Software House: ,
 
Genere: , ,
 
PEGI:
 
by Samuel Castagnetti
Recensione

Il nuovo Shoot ‘em up di Bloodirony, pubblicato da Daedelic Entertainment, si chiama Shooting Stars. Già dal titolo esprime tutta la sua voglia di far sorridere, perché lo scopo del gioco sarà proprio quello di sopravvivere ad ondate di nemici per poter eliminare il boss del livello, rappresentato da una superstar scelta randomicamente tra un ampio pool di nomi (il gioco di parole sta, per chi non sapesse l’inglese, nel fatto che shooting stars significa stelle cadenti). Poste le premesse è giusto buttar luce e laser (e anche qualche missile) su ciò che Shooting Stars ha da offrire, quindi imbracciate il vostro bianco felino e fate fuoco come se non ci fosse un domani.

facebook shooting stars

Arrivano like come se piovesse.

Il titolo, come anticipato, gioca molto sull’umorismo, quasi totalmente figlio dell’internet, ricolmo di citazioni a fatti, cose, meme e persone che gravitano nel web. basandosi su meccaniche non certo nuove e non certo complesse, volteggiando tra un “rainbow rambo” e un “Justin Beliber”. Si tratta infati di un danmaku per certi versi delirante, ma meritevole. Una partita base si compone di semplici regole: cinque stage, un boss per ognuno di questi, svariati oggetti da raccogliere come vite, power up permanenti, giubbotti antiproettile e gatti sparalaser. Se siete fortunati, raccogliendo la giusta abilità, il gatto sparerà razzi dal sedere. Sì, mi piace pensare che sia una fortuna.

worms shooting stars

Freedom Sheep o Super Pecora?

Shooting Stars non è il miglior shmup della vita, ma fa un lavoro abbastanza discreto in termini di gameplay: i livelli sono procedurali e gestiti in maniera dinamica senza mai essere puntivi, questo permette di non avere un’alternanza di partite migliori o peggiori a seconda della fortuna, ma contemporaneamente offre varietà non facendoci incontrare in continuazione lo stesso pattern di nemici. L’offerta di power up, nemici, ultimates e celebrità è davvero ampissima e, unito ad un buon sistema di collezionabili, dona al titolo molto potenziale di rigiocabilità . Passando sul lato tecnico non c’è molto da dire se non un paio di cose che riguardano lo stile grafico e il sistema di controllo. A livello visivo abbiamo un’esplosione di pixel art che, personalmente, non mi dispiace, ma non mi fa neanche impazzire. Per quanto riguarda invece i controlli potremo scegliere addirittura tra 3 opzioni: mouse, tastiera e pad.

laser shooting stars

“Su le mani!!!”

In conclusione, il gioco non è di certo una faticaccia da parte di Bloodirony, ma quello che fa lo fa molto bene e in maniera divertente, senza mai strafare se non in fatto di proiettili a schermo, ma è giusto cosi quando serve. Il gioco fa sorridere e ha davvero tanto da offrire per chi è disposto a concedergli una possibilità, ovviamente tutto nei limiti di uno shmup, ma a volte un po’ di Arcade nella vita fa solo bene! E così concludo tra un petomissile e i raggi G(atto) che balenano nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. Ora è tempo di mettere la pomata al gatto che gli brucia il culo.

Se volete anche voi un gatto sparamissili lo potete avere su Steam a 4,99€.

GATTO PAZZO

Perché sì:
Perché no:
  • Contenuti
  • Gameplay
  • Laser

 

  • Limitazioni dovute al genere
  • Non posso blastare Justin Bieber nell’oblio imbracciando un gatto laser nella vita reale, ora ne sento la necessita’


About the Author

Samuel Castagnetti

C'e' poco da dire, chi non sceglie Charmander come starter chiede arroganza, chi fa l'ingegnere su Guns of Icarus chiede arroganza, i programmatori di Asmandez pretendono che l'arroganza si abbatta su di loro. Non ho detto nulla di me stesso o forse, perche' mi arrogo il diritto di non farlo.