Shantae and the Pirate’s Curse: recensione!

0
Posted 10/02/2015 by in 3DS

Piattaforma: ,
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 

YOH-OH!:

Grafica in Pixel-art ottima. Soundtrack adeguata. Gameplay divertente.
 

ARR!:

Scenari di sottofondo sgranati. Il prezzo non farà felice alcuni.
 
by La Redazione
Recensione

Dopo ben 4 anni di pausa, la genietta di WayForward ritorna in gran forma con un nuovo episodio per 3DS e Wii UShantae and the Pirate’s Curse rappresenta un fantastico ritorno per Shantae. Prima di parlare direttamente di questo nuovo capitolo, vorrei ricordarvi che l’intera saga è disponibile su Nintendo 3DS partendo dal primo Shantae, pubblicato su Game Boy Color, mentre nei titoli DSiWare sarà possibile trovare invece il secondo capitolo, Shantae: Risky’s Revenge: su un unica console avete l’opportunità di giocarvi ogni capitolo di questa saga! In questo articolo vi parlerò di quest’ultimo titolo della serie che ho giocato su Nintendo Wii U.

Shantae ritorna in gran forma con questo nuovo capitolo su 3DS e Wii U.

Le vicende iniziano con Shantae pronta a difendere Scuttle Town dall’attacco del malvagio Ammo Baron, che mira a distruggere l’intera città. Grazie all’intervento della protagonista, riusciamo a scongiurare questa catastrofe ma Ammo Baron non è altro che una piccola minaccia: in questo episodio della serie, Shantae si alleerà con la sua arci-nemica Risky Boots per sconfiggere il temibile Pirate Master. Inizia così l’avventura che ci porterà ad esplorare ben sei isole alla ricerca di mappe che ci condurranno nel territorio del temibile nemico. Viaggeremo quindi insieme alla nostra ”amica” in cerca di nuove mappe che troveremo distruggendo i covi del male in ogni isola. Il processo è quello base dei platform: alla fine dell’intero livello ci toccherà affrontare un nuovo boss.

Ammo Baron: uno dei tanti nemici all’interno del gioco!

Shantae and the Pirate’s Curse è un cocktail dei più celebri esponenti del genere: Castlevania, Megaman, Ducktales, un po’ di quello e un po’ di quell’altro. Inizialmente l’unico attacco a disposizione sarà una frustata coi capelli ma, andando avanti nel gioco, potremo sbloccare nuove abilità trovando parti dell’equipaggiamento di Risky. Ogni abilità ci consentirà di superare ostacoli e nemici in modo diverso: con la pistola potremo infatti sparare a degli interrutori per far muovere delle piattaforme e con il cappello sarà possibile planare, tanto per fare due esempi. L’inizio è sicuramente un po’ lento, ma andando avanti il divertimento sarà assicurato con un cast di personaggi davvero simpatici ed un’avventura davvero movimentata.

Con la pistola Shantae sarà in grado di sparare colpi a lunga distanza.

In ogni livello sarà poi possibile trovare dei Calamacuori e, collezionandone quattro, essi faranno aumentare la nostra salute. Un altro compito secondario sarà poi quello di prendere possesso di tutta la magia nera celata dentro i Tinkerbats: eliminandoli sarà infatti possibile ritrovare parte della Magia Nera. Le attività da svolgere sono quindi abbastanza, la longevità della missione principale è nella norma, circa 10 ore, ma per trovare tutti i segreti contenuti all’interno del gioco vi servirà un po’ più tempo!
Per quanto riguarda il comparto grafico ormai si sa: WayForward ci va pesante con la Pixel Art e il risultato non può che esser soddisfacente. Gli scenari sono coloratissimi e vari, ma anche gli sprite dei personaggi sono molto fluidi in particolare quello di Shantae che è proprio una goduria per gli occhi. Sono presenti anche dei mugshot dei personaggi principali, molto belli da vedere e su Wii U non sfigurano affatto. Il problema principale sono gli sfondi che, non essendo fatti in pixel-art in questa versione per Wii U, risultano tremendamente sgranati. Il comparto sonoro non scherza e comprende una colonna sonora azzeccatissima ed eccezionale che dona quel pizzico di adrenalina di cui ogni platform avrebbe bisogno.

Sia le animazioni di Shantae che dei nemici sono abbastanza fluide.

Alla fine dei conti Shantae And The Pirate’s Curse è davvero un gioiello disponibile su Nintendo 3DS per 16,99 euro, probabilmente una cifra un po’ altina per qualcuno, ma siamo sicuro che non vi deluderà. Nel frattempo colgo l’occasione per ricordarvi che grazie al magnifico finanziamento su Kickstarter, WayForward sta puntando tutto su Shantae Half-Genie Hero che sembra proprio essere uno dei progetti più ambiziosi dello sviluppatore.


About the Author

La Redazione

Pixel Flood è una giovane realtà italiana impegnata nel settore videoludico. Siamo una redazione sempre in crescita, che si occupa principalmente di videogiochi (ma senza disdegnare boardgame e giochi di ruolo) con una particolare attenzione al panorama indie italiano. Crediamo che il valore di un gioco non debba essere espresso da numeri inflazionati: per questo nelle nostre recensioni diamo medaglie e non voti.