Secret Ponchos – Saloon e grilletti facili

0
Posted 01/03/2016 by in PC

Piattaforma: ,
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by Winterblind
Recensione

Ho provato l’edizione Most Wanted di Secret Ponchos, gioco di Switchblade Monkeys pubblicato in precedenza per PlayStation 4 e, pur essendosi rivelato un buon prodotto sotto svariati aspetti, l’ho trovato abbastanza scadente sotto altri, ma procediamo con ordine. Si tratta di un multiplayer PVP con visuale isometrica ambientato in un universo spaghetti western dove i nostri dieci fuorilegge si danno battaglia in sparatorie all’ultimo sangue.
Nelle arene di Secret Poncho bisognerà dare sfoggio di grande abilità per sopravvivere: i nostri personaggi disporranno di colpi limitati che dovranno essere utilizzati con estrema precisione ed essere ricaricati manualmente una volta esauriti, azione che richiede tempo prezioso!

Quel colpo a vuoto gli costerà caro: Phantom Poncho è implacabile sulle brevi distanze grazie alla sua frusta e al suo fucile a pompa!

Quel colpo a vuoto gli costerà caro: Phantom Poncho è implacabile sulle brevi distanze grazie alla sua frusta e al suo fucile a pompa!

Attualmente vi sono tre modalità: Deathmatch, Domination (in cui l’obiettivo è distanziare il team avversario di 5 uccisioni) e Posse Leader (dove dobbiamo uccidere il leader della squadra avversaria per vincere). Grazie alla differenziazione e alla personalizzazione dei personaggi il gioco ha un buon grado di longevità: ogni fuorilegge ha più modalità di fuoco per ogni arma, le combo per freddare i propri avversari sono molteplici così come le strategie di combattimento che è possibile adottare.

Wolf, palese cosplayer della principessa Mononoke, è decisamente il mio personaggio preferito!

Wolf, palese cosplayer della principessa Mononoke, è decisamente il mio personaggio preferito!

Ritengo che la sua difficoltà elevata non lo renda un gioco per tutti, ma solo per chi vuole cimentarsi davvero un una sfida impegnativa e per chi è pronto a subire molte cocenti sconfitte prima di cominciare a portarsi qualche farabutto nella tomba. Non gioca a favore del giocatore alle prime armi il matchmaking fallace che quasi in modo sadico lo pone ad affrontare quasi sempre giocatori geograficamente molto lontani, veterani affamati di uccisioni e con uno scarso senso della pietà: cominciare una partita spesso equivale a venire gettato in pasto a leoni, leoni molto esperti e che laggano. Per quanto tosto il gameplay è divertente e adrenalinico: tra schivate, ricariche, il dover contare i proiettili dell’avversario e il lanciarsi dietro coperture per proteggersi ci si trova immersi realmente in un esperienza western, complici anche le curate ambientazioni delle arene e il meraviglioso comparto audio, le cui musiche lasciano senza fiato sin dal menu principale!

Spesso può capitare di trovarsi in trappola, accerchiati da più nemici, ma la situazione può essere ribaltata grazie al sistema di coperture che occulta Phantom Poncho, pronto a farsi giustizia a schiocchi di frusta e fucile a pompa!

Spesso può capitare di trovarsi in trappola, accerchiati da più nemici, ma la situazione può essere ribaltata grazie al sistema di coperture che occulta il temibile Phantom Poncho!

Da notare è la presenza di una modalità a giocatore singolo nella quale si può fare pratica con un’intelligenza artificiale efficace ed equilibrata. Un’ultima nota dolente è purtroppo l’ottimizzazione del gioco, abbastanza scadente. Ho apprezzato Secret Ponchosdisponibile su Steam a 14,99 €, per la sua natura competitiva e allo stesso tempo evocativa, ma credo che non riesca ancora ad esprimere tutto il suo potenziale per via dei difetti sopracitati che influiscono negativamente sull’esperienza di gioco. C’è da dire, comunque, che gli sviluppatori stanno cercando di rimediare al problema con varie patch e che sono piuttosto responsivi verso la community.

Secret Ponchos Premi

Perché sì:
Perché no:
  • PvP competitivo.
  • Curato e bilanciato.
  • Colonna sonora mozzafiato.

 

  • Matchmaking scadente.
  • Poco ottimizzato.
  • Frustrante per i giocatori alle prime armi.


About the Author

Winterblind
Winterblind

Studente di Biotecnologie, classe 1993. E' cresciuto a suon di videogiochi, giochi di ruolo cartacei e ottime letture di svariati generi, anche se recentemente ha scoperto il cyberpunk e se ne è innamorato: sogna infatti al termine dei suoi studi di poter creare nanomacchine, arti meccanici o almeno la cura della calvizie!