Rive – Wreck! Hack! Die! Retry!

0
Posted 17/10/2016 by in PC

Piattaforma: ,
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by Tracotanza
Recensione

Roughshot è un uomo barbuto esperto di macchine, guida un carro armato che somiglia ad un ragno e gli piace sgraffignare rottami in giro, per farlo va a finire in una nave zeppa di sistemi di difesa particolari ed è lì che si svolge la sua avventura, fra esplosioni, torrette, missili, fuoco, lava, acqua, seghe rotanti, geyser di morte, robot kamikaze e un sacco di altre cose orribili. Roughshot è simpatico e capace di tenervi compagnia con qualche battuta simpatica mentre voi lo aiutate a distruggere tutto quello che vi si para davanti.

Rive, il nuovo gioco dei Two Tribes è un Twin-Stick Shooter 2D che sfrutta benissimo meccaniche perfettamente consolidate per creare qualcosa di bello e divertente. Non ci troviamo di fronte a nulla di troppo originale ma ogni parte del gioco è messa a punto così bene da garantire una godibilità parecchio elevata. Ve lo dico subito, se siete fra coloro che amano i giochi frenetici e in cui si spara tanto, non potete lasciarvi scappare Rive!

UNA SUPER BALENA VOLANTE

UNA SUPER BALENA VOLANTE!

La cosa che stupisce di Rive è come nelle sue 6 ore di gioco non ci sia alcuna situazione che possa essere considerata simile a una precedente, una volta vi ritroverete a schivare mine sott’acqua, un’altra volta dovrete fare attenzione ai treni che sbucano dai lati dello schermo, poi vi ritroverete a navigare su mari di lava, passando magari dallo spazio a gravità zero e senza dimenticarsi di sconfiggere l’infinita quantità di nemici che vi verranno, letteralmente, lanciati addosso.

Come se questo non bastasse a mantenere una certa varietà, avrete la possibilità di mettere qualche upgrade al vostro ragno meccanico, come missili e bombe, magari anche potenziare il suo scafo. Inoltre nel corso del gioco troverete in giro dei codici sorgente, codici che vi permetteranno di hackerare alcuni tipi di nemici per portarli dalla vostra parte. Potrete così arruolare torrette, bot medici e vari aggeggi meccanici che vi aiuteranno nel corso del gioco.

La varietà di situazioni è elevata.

La varietà di situazioni è elevata.

Bello anche da vedere, nonostante le ambientazioni non facciano sognare più di tanto, i modelli dei nemici sono simpatici e gli effetti particellari funzionano al meglio, in modo da garantire tutta la bellezza visiva di una grande quantità di esplosioni senza per questo risultare troppo confusionario. Peccato per i modelli dei Boss, decisamente poco ispirati e che si limitano a essere una versione più grande dei nemici base. Ad accompagnarvi c’è anche della ottima musica, con qualche tributo a vecchi classici che solleticherà le vostre orecchie.

Se proprio vogliamo trovare un difetto a Rive, questo sta in alcune parti che possono risultare parecchio frustranti; sia chiaro, il gioco è difficile e non vuole nascondere la sua difficoltà, tant’è che non potrete scegliere altra difficoltà se non quella hard (quella easy si sbloccherà soltanto dopo parecchie morti). Finirete il gioco in 6 ore o anche meno, sopratutto se siete più bravi di me, nonostante ciò potete dedicarvi ad aumentare i vostri score e salire nelle classifiche oltre che nel rifinirlo con le modalità “Veloce” e “Vita Singola“: la prima ci costringe a finire i livelli con un limite di tempo, la seconda invece ci costringe a finire il gioco tutto d’un fiato senza mai morire.

Una fase SHMUPS

Una fase SHMUPS.

A parte le sue parti più frustranti, che comunque rappresenteranno una buonissima sfida per coloro che cercano dolore e difficoltà nei videogiochi, non credo di poter affermare che ci siano poi altri grossi difetti su Rive, magari una mappatura particolare dei comandi su joypad, con il salto settato sul grilletto sinistro, ma in fondo non è niente con cui non si possa semplicemente fare l’abitudine.

Trovate Rive a 14,99 € su Steam e Playstation 4, altamente consigliato a tutti gli amanti dei giochi belli e veloci.

medagliette-rive

Perché sì:
Perché no:
  • Varietà delle situazioni
  • Frenetico
  • Divertente

 

  • Può risultare frustrante in alcuni punti


About the Author

Tracotanza
Tracotanza

All'anagrafe Salvatore Martino, ma a differenza da quanto dice il suo nome non ha mai salvato nessuno. Appassionato di videogiochi da quando ha imparato a pigiare col ditino per accendere il computer. Era disperso in un mare di Pixel ed è stato raccolto dalla ciurma per scrivere storie sul suo naufragio nel mondo videoludico