Patapon Remastered – Suonala ancora Lag

0
Posted 15/08/2017 by in PlayStation 4

Piattaforma:
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by Cathoderay
Recensione

La serie di Patapon su PSP per me è sempre stato un ottimo motivo per comprare la console di Sony; lo stile unico che caratterizzava il rhythm’n’game di Hiroyuki Kotani, uomo del Giappone amante della sperimentazione e papà di Ape Escape, aveva portato una ventata di freschezza al panorama ludico della portatile di casa Sony e, in generale, aveva rinnovato un genere che non godeva di buona salute da molto tempo: dopo due seguiti, la trilogia di Patapon diventa un piccolo cult da avere a tutti i costi, sopratutto se si amano i giochi innovativi. Dissolvenza.

Pixelflood.it

Piccolo schermo, tanto amore!

 

Quasi 10 anni dopo, il primo Patapon atterra sulla PS4 in versione remastered; vuoi che Sony ha un parco praticamente infinito di ripescaggi facili, vuoi che il gioco meritava sicuramente di essere rigiocato su grande schermo, lo strategico musicale più bello di sempre raggiunge le alte risoluzioni ed è subito Fever! … No, qualcosa nel processo di conversione è andato storto e ha minato tutto il gioco, rompendolo. Ma andiamo con ordine.

Pixelflood.it

Un esempio della bellissima follia di Patapon.

Mentre veste i panni di una misteriosa divinità superiore, il giocatore viene chiamato a tamburellare sui pulsanti del pad, dando vita a ritmi in grado di spingere al combattimento il nostro esercito di “occhioni” armati di tutto punto. Nel gioco ci sono canzoni per ogni tipologia di movimento: attacco, difesa, carica, etc; noi dovremo concatenare le mosse stando al ritmo del gioco, ritmo che, se mantenuto costante, ci permetterà di entrare in Fever, ovvero una modalità dove i Patapon aumentano tutte le loro capacità combattive e diventano molto più pericolosi per i numerosi nemici che gli si parano contro.
Dovrete cacciare, procurarvi cibo e combattere assieme alla vostra tribù di Patapon per poter arrivare alla fine del gioco, e occuparvi di loro come solo un dio benevolo saprebbe fare, senza dimenticare i loro bisogni; e fin qui sembra tutto divertente vero? Beh, lo è, ma purtroppo c’è un problema di fondo, che andiamo ad affrontare subito.

pixelflood.it

For the Emperor! Più o meno.

Come avrete certamente capito, l’intera meccanica di Patapon è basata sul ritmo e sulla pressione dei tasti. Ora, quando si viene a presentare un problema di imput lag nella pressione dei tasti, che devono essere metodici e perfettamente a tempo, cosa credete succeda? Esatto, il gioco si rompe male, e mantenere i vostri soldati nella modalità Fever risulterà un impresa quantomeno titanica, andando a minare tutto il ritmo di gioco, mettendo il giocatore in serissima difficoltà; sarebbe bastato semplicemente mettere nelle opzioni una modalità che permetta di settare la sincronizzazione con lo schermo, e il problema sarebbe stato risolto, ma inspiegabilmente di questo tipo di opzione neanche l’ombra.

In conclusione, Patapon è un gran gioco, e sono felice che sia arrivato su PS4 ma spero in una patch che lo renda davvero giocabile, ma spero soprattutto che i porting dalle proprie console Sony inizi a farli con cognizione di causa. Il filmato iniziale del gioco, che sarebbe anche molto godibile, è talmente sgranato da risultare fastidioso e vi spingerà a saltarlo. Non ci siamo proprio, sarebbe bastato un piccolo sforzo in più e tutto sarebbe stato perfetto… E invece.

 

Musiche

Patapon

Perché sì:
Perché no:
  • Sempre divertente
  • Invoglia a migliorarsi
  • Graficamente stiloso

 

  • Imput lag che rompe il gioco
  • Video iniziale tremendo
  • Bastava poco per renderlo ottimo

 

 

 

 

 

 


About the Author

Cathoderay
Cathoderay

Amante dei fumetti in maniera viscerale, è uno dei "Vecchi" della redazione, molto spesso si ricorda di titoli semi sconosciuti perché ha avuto la sfortuna di provarli quando uscirono, ha scritto qua e la per tanti anni in tanti posti, e internet ne porta una sottile traccia, un filo rosso che denota la sua instabilità mentale.Adora gli ornitorinchi, le lontre i lupi e le volpi, ma fondamentalmente non glielo sentirete mai ammettere, perché è una persona orribile.