NARUTO SHIPPUDEN: Ultimate Ninja STORM 4 – Datteba-BOOM!

0
Posted 15/02/2016 by in PC

Piattaforma: , ,
 
Software House:
 
Genere: ,
 
PEGI:
 
by Ipah
Recensione

Partiamo dicendo che è un gran bel gioco. Lo premetto sin da subito perché leggo Naruto da quando uscì il primo volumetto molti, molti, moltissimi anni fa e posso dire di aver assistito alla sua grandezza e, purtroppo, al suo evidente declino, figlio del suo essere uno shonen tra i più classici e condividendo gli stessi errori facilmente riscontrabili anche in Bleach, Fairy Tail e, incredibilmente, ultimamente anche in One Piece (non ancora in Seven deadly sins per fortuna).
Sono pareri assolutamente personali ovviamente e noi non recensiamo manga. Scusate la digressione.
“Vai avanti Otaku sfigato!”
Ok, vado avanti.
Detto ciò mi sembrava doveroso iniziare così, perché questo quarto capitolo si basa sull’ultimo (non certo eccelso) arco narrativo della serie.
Le premesse, insomma, non sembravano esaltanti… e invece no! CyberConnect2 tira fuori un piccolo gioiellino, non privo di difetti, certamente, ma è una gioia per gli occhi che va goduta da ogni singolo fan di vecchia data della serie.

Momento immancabile in ogni arco narrativo.

Momento immancabile in ogni arco narrativo.

La modalità storia sarà quella dalla quale partiremo, perché l’altra modalità, l’avventura, narrerà eventi successivi alla conclusione della trama principale, quindi vediamo in che cosa ci imbatteremo.
Ninja Storm 4 ci accoglie subito con un flashback riguardante l’epico combattimento tra il primo Hokage e Madara Uchiha e gente… è DAVVERO epico. Il salto generazionale di console ha estremamente giovato e i ragazzi di CyberConnect2 non hanno lesinato con i “eh sì, stiamo programmando su PlayStation 4, si vede?”; non mi sento di dire che è come mettere mano all’Anime e sentircisi dentro perché a livello di animazioni e spettacolarità siamo qualche gradino sopra.

"L'ho già detto che stiamo programmando su Play station 4?"

No non è un filmato, è gameplay. Eh sì.

Appena concluso il combattimento, e una volta raccolta la mascella da terra, entrerete nel vivo dello story mode che vi farà vivere ogni passaggio della grande guerra fino alla sua definitiva conclusione, in modo da poter fare le persone brutte spoilerando il finale del manga ai vostri amici che non lo hanno ancora letto. In questa modalità non esiste una fase esplorativa, ma ci troveremo davanti a vari capitoli da percorrere con parecchie battaglie da affrontare e, tranquilli, non meno spettacolari dello scontro introduttivo, perché se all’inizio ci si può azzardare a pensare che si siano giocati tutto con quello beh, tocca ricredersi quasi subito.
Aggiungiamo a questo qualche piccolo dettaglio come ad esempio i bivi, che ci  permetteranno di scegliere quale strada percorrere prima (saremo comunque obbligati a percorrerle entrambe per proseguire al “boss del capitolo”), le missioni interne ai combattimenti che ci premieranno con svariati oggettini che useremo come moneta nello store per scambiarle con svariate personalizzazioni (chiudi con una tecnica suprema, finisci con almeno il 50% di vita ecc.), varie side stories di approfondimento e cutscenes pregne di QTE per ottenere, anche in questo capitolo, una modalità storia avvincente, spettacolare e, in alcuni casi, impegnativa, ma mai frustrante.

Esagera.

Esagera.

Per quanto riguarda l’avventura verremo catapultati nelle vesti di Naruto, Sakura e Sasu…ehm…Hinata, scusate, l’abitudine, impegnati in svariate quest ed eventi. Nulla di sconvolgentemente nuovo sotto il sole insomma, ma anche questa modalità ha subito varie piccole migliorie che non vi faranno certo rimpiangere quella dei Ninja Storm già visti.
Passiamo  ora alla ciccia però: il gameplay.
Lo spam compulsivo del tasto “pestaggio-combo” rimane immutato, così come le sostituzioni e le devastanti tecniche finali, sia singole che in compagnia dei personaggi di supporto. Qui abbiamo subito la prima novità: dimenticatevi dei normali supporti mono attacco perché i 3 personaggi scelti per la battaglia a squadre saranno intercambiabili in combattimento come in un tag-match regalando parecchia varietà al fight, ma attenzione perché condivideranno la stessa barra di vita e chakra. Il risveglio (potenziamento attivabile dopo il riempimento dell’apposita barra) coinvolgerà contemporaneamente tutti i membri del team e, a differenza dei capitoli precedenti, sarà utilizzabile più di una volta all’interno della battaglia.
Il roster è davvero immenso in questo capitolo, non riuscirei a star qua a elencare il circa centinaio di personaggi giocabili (compresi Boruto e Sarada), manca solo il figlio del panettiere di Tsunade e poi ci hanno infilato dentro davvero qualsiasi cosa.

Sasuke contro Naruto. Non succede mai.

Sasuke contro Naruto. Non succede mai.

Dicevamo però all’inizio che ogni shonen ha le sue ombre e a quanto pare i videogiochi tratti da essi non sono da meno.
Ci ritroveremo ad affrontare un nemico più potente di quello che non vi voglio spoilerare perché sta alla fine della storia, ma a differenza del personaggio misterioso, questo è davvero invincibile: il framerate. Il problema non sono i 30 fps, ma i vari cali visibili a occhio nudo tramite microlaggate durante le fasi più concitate dei combattimenti.
Sia chiaro, questo non intacca assolutamente la bontà del titolo, ma è ovviamente un difetto da segnalare visto che può risultare parecchio fastidioso. Il vero grosso problema è il netcode, cosa ben più grave dei micro cali di framerate. Ho laggato parecchio durante gli scontri (non mi sono buttato ancora prepotentemente nell’online, ma ho provato numerose battaglie prima di scrivere queste righe) godendo di una connessione più che ottima. Spero vivamente si possa migliorare sotto questo punto di vista perché si parla di vari eventi online che potrebbero rivelarsi davvero molto interessanti.

Insomma, che dire, siamo davanti ad uno dei migliori prodotti tratti da anime mai creato in campo videoludico. Ha le sue ombre, ok, ma in compenso la luce ti arriva in faccia come un treno sottoforma di una spettacolarità difficilmente riscontrabile in qualsiasi altro prodotto in commercio.
L’acquisto è consigliato? Non è che è consigliato, è che se vi piacciono Naruto e i picchiaduro e ancora non ve lo siete comprato siete pazzi.

NINJA polipi

Perché sì:
Perché no:
  • Spettacolare
  • Il miglior gioco su Naruto di sempre
  • Roster sconfinato

 

  • Lag online
  • Cali di framerate pesantucci


About the Author

Ipah
Ipah

Comunque se non si fa un remake di Red dead redemption e CTR la gente è pazza.