La-Mulana EX: quando Indiana Jones deve prendere appunti

0
Posted 28/04/2015 by in PS Vita

Piattaforma:
 
Software House: ,
 
Genere:
 
PEGI:
 

YOH-OH!:

Ottima lore. Enigmi soddisfacenti. Longevo.
 

ARR!:

La sua difficoltà non lo rende accessibile a tutti.
 
by Rugerfred
Recensione

Dieci anni fa un giapponese chiamato Takumi Naramura finì di sviluppare un gioco su cui aveva speso gli ultimi 4 anni della sua vita. Si trattava di un metroidvania particolarmente difficile, ispirato a vecchi giochi come il dimenticato Knightmare II: The Maze of Galious. La-Mulana, questo il suo nome, era una vera e propria lettera d’amore all’old-school videoludica, ma senza dimenicare il panorama moderno. Dieci anni dopo, l’opera viene rilasciata nella sua versione EX per PS Vita, e io sono qui per parlarvene.

La-Mulana EX è un gioco difficile, che richiede un sacco di back-tracking, che perdona poco i vostri errori, in cui dovrete prendere appunti su un quadernetto per sperare di proseguire. Morirete un sacco di volte, vi troverete a venire massacrati dai boss finché non avrete compreso a forza di trial & error come superarli, cadrete vittima di trappole che non avevate visto o che non erano proprio visibili. Spegnerete la console in preda alla frustrazione numerose volte, per poi tornarci qualche ora dopo ed essere nuovamente sconfitti. Dopo questa introduzione, che ha sicuramente allontanato tutte le persone non pronte per questa esperienza, posso dire a voi che siete rimasti come mai è un capolavoro che dovete giocare assolutamente.

La-Mulana EX

Da qui inizia la nostra avventura.

Il gioco inizia con l’arrivo in un piccolo villaggio del protagonista Lemeza Kosugi, archeologo e professore universitario (vi ricorda qualcuno?). Il suo scopo sarà quello di esplorare le antiche rovine di La-Mulana, armato inizialmente solo della sua fidata frusta e del suo portatile MSX, per dimostrare a suo padre Shawn di essere un archeologo migliore di lui. Nonostante la struttura metroidvania, il gioco non è per nulla lineare: la possibilità di esplorazione libera all’interno delle enormi rovine, composte da più di venti aree, ognuna di circa venti stanze, permette sì di approcciarsi all’esplorazione in maniera del tutto personale e senza vincoli narrativi, ma è facile che confonda i giocatori abituati a esperienze più guidate.

La-Mulana EX

Le location sono davvero suggestive.

 La lore di gioco è ricchissima, ma raccontata in modo volutamente criptico tramite delle incisioni su lastre di pietra sparse in giro. Le iscrizioni, oltre a darci informazioni sull’ambientazione, avranno anche lo scopo secondario di permetterci di risolvere alcuni enigmi. Molte stanze contengono infatti segreti e spesso per poterli svelare dobbiamo eseguire azioni particolari, comunicate di solito in modo metaforico proprio da quelle lastre di pietra. Potrei stare qui a raccontarvi di quanto è curata l’ambientazione, di cosa potete trovare all’interno delle rovine, ma non lo farò. La-Mulana contiene segreti che possono essere rivelati solo agli avventurieri che vi entrano ed elencarne alcuni in una recensione su un sito internet non sarebbe corretto per tutti gli esploratori che sono morti là sotto. Alcuni di essi sono persino riusciti a scrivere i loro ultimi pensieri, scritti in modo da poter mettere in guardia i posteri, che potete recuperare dai loro scheletri.

La-Mulana EX

Anche i sotto-boss sapranno farvi sudare.

Dal lato tecnico, La-Mulana EX è curatissimo. La pixel art che ci accompagna è ben caratterizzata, sia per le sprite dei nemici e del protagonista, sia per le location in gioco. Il comparto musicale è eccezionale, con qualche piccolo calo sui sound effects, ma caratterizzato da una soundtrack carica e sempre funzionale. Come già detto ad inizio recensione, inoltre, le aree di gioco sono davvero tante e la mole di lavoro che è stata fatta è enorme. La longevità non è assolutamente una delle carenze di questo metroidvania.

Concludendo, c’è solo un piccolo appunto che mi sento di fare su questa versione EX. La-Mulana è un gioco che richiede al giocatore di prendere appunti, per poter capire quello che succede e per risolvere alcuni enigmi. Mentre quando giochiamo su PC solitamente siamo seduti ad una scrivania, e avere qualche foglio o blocco note di fianco non è così inusuale, giocare un gioco del genere su portable spesso fa dominare il nostro lato scazzato, giocandolo stravaccati sul letto o sul divano. Non è propriamente un difetto di gioco, ovviamente, ma una cosa di cui mi sono accorto giocandolo è che lo sbattimento che ho provato prendendo appunti su questa versione è stato più alto dell’equivalente computer.

Detto questo, rimane un gioco assolutamente consigliato. Vi piacciono i metroidvania, i giochi con una lore ricca e curata o siete semplicemente giocatori hardcore in cerca di una grossa sfida? La-Mulana EX fa assolutamente per voi e per 14,99€ potete acquistarlo sul PlayStation Store.

La-Mulana EX Premi


About the Author

Rugerfred

Game Designer freelance, videogiocatore, sperimentatore musicale e affamato di sapere. Ha un conto aperto con Volfied e troppi progetti aperti e non finiti per poter vivere tranquillamente. Cerca di dividere il proprio tempo libero tra gioco analogico e digitale, trovandosi così con giochi che occupano la maggior parte del suo spazio virtuale e fisico.