Infinite Minigolf – Più buche per tutti

0
Posted 01/09/2017 by in PC

Piattaforma: , ,
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by Barbarossa
Recensione

È dai tempi del NeoGeo e di Neo Turf Masters che ogni volta che vedo un gioco di golf sento questa pulsione atavica nel doverlo provare. Potrete quindi immaginare la piacevole sorpresa che ho avuto quando ho scoperto che i ragazzi di Zen Studios, conosciuti specialmente per la saga di Zen Pinball, avevano sviluppato un gioco di minigolf. Per di più un gioco di minigolf con un editor delle buche! Ho avuto la possibilità di giocare alla versione per Nintendo Switch, per cui il mio parere e le mie valutazioni valgono per questa versione del gioco.

      Scordatevi il classico minigolf… qui vale tutto.

Infinite Minigolf è un gioco per uno o due giocatori in locale (c’è anche la modalità multiplayer online) che vi darà la possibilità di dar sfogo alla vostra creatività offrendovi un ricchissimo editor per la creazione di infinite buche, che potrete condividere con tutto il mondo e, quindi, giocare a vostra volta quelle create dagli altri giocatori. Le buche che giocherete o che creerete potranno appartenere a tre aree tematicamente differenti, abitate da quattro mascotte ciascuna: Giant Home, una casa gigante; Halloween Mansion, un cimitero; Santa’s Factory, ossia la casa di Babbo Natale e dei suoi elfi.
Di per sè, Infinite Minigolf non offre nulla di particolarmente innovativo dal lato del gameplay: il minigolf è estremamente semplice, come sport. Zen Studios, però, riesce a dare a questo gioco un’impostazione piacevole: un grandissimo quantitativo di power-up, ed elementi con cui potremo interagire all’interno delle ambientazioni, sono due presenze molto forti all’interno del gioco, ed è interessante riuscire a capire come sfruttarle per tentare il famigerato Hole-in-One!, ossia fare buca in un colpo solo. Ma non finisce qui: il gioco premia i giocatori con punteggi alti, a seconda della loro capacità sia di raccogliere le differenti gemme sparse per la buca, sia nell’utilizzare power-up, oltre, ovviamente, alla quantità di colpi impiegati per completare la buca in questione. La somma di questi tre elementi offrirà il punteggio finale, che piazzerà il giocatore in una leaderboard specifica per ogni buca, dando modo di capirne il livello di bravura.
Quanto detto sopra vale anche per la modalità di gioco Quick Play, in c’è la possibilità di giocare con una buca scelta casualmente tra quelle caricate dagli utenti. Questa modalità, ovviamente, viene revocata nel caso in cui si giochi senza connessione ad internet, quindi vi consiglio di tenere alla portata di mano i vostri smartphone in modalità hotspot per poterla sfruttare quando siete in giro con la vostra console.
L’altra modalità è denominata Tournaments, ed è esattamente ciò che sembra: si tratta di tornei da svolgere contro l’IA o un altro giocatore, in cui si gareggerà con le buche create dagli sviluppatori nei tre ambienti tematici del gioco. Ogni ambiente ha quattro diversi set di buche da offrirci e tre gradi di difficoltà.  Da questo punto di vista, quindi, Infinite Minigolf offre una longevità piuttosto limitata.

  World Record! Altri 10000 e sarò il più forte…

Passando al comparto tecnico, Infinite Minigolf non mi ha fatto gridare al miracolo. Anzi, parlando specificatamente dei controlli, li ho trovati estremamente scomodi, vista la corsa molto breve dei due stick della Switch. Dover dosare la forza di un colpo, piuttosto che doversi spostare millimetricamente a destra o sinistra per prendere la mira, risulta fin troppo fastidioso e, in alcuni casi, frustrante. Confido che la situazione cambi drasticamente con l’utilizzo di un pro controller, ma onestamente non mi ci vedrei ad usarlo in treno, per esempio.
Sono rimasto invece piacevolmente colpito dalla profondità dell’editor di buche. Ci sono infatti tantissimi elementi a disposizione e moltissime possibilità per integrarli tra di loro, dando ampissima libertà di creazione. Una volta superato il primo scoglio con l’interfaccia dell’editor (che non presenta nessun tipo di tutorial o parola scritta, ma solo simboli), la creazione delle vostre buche proseguirà liscia e senza troppi intoppi. Personalmente, dopo le prime tre buche ho preso completamente la mano con lo strumento, accingendomi poi a crearne di più complesse e articolate. Datevi tempo e cercate di capire, guardando anche quelle realizzate dagli altri giocatori, quali elementi rendono una buca divertente e soddisfacente da completare e, mi raccomando, date sempre la possibilità di completare le vostre buche con un solo colpo! Questo farà in modo che i giocatori vi lascino un buon feedback e, magari, vedrete la vostra buca tra quelle consigliate dagli sviluppatori!
C’è, infine, grandissima possibilità nel personalizzare il nostro personaggio, grazie ad un sistema di livellamento interno al gioco che mi ha ricordato molto i giochi f2p con obiettivi da sbloccare per passare al livello successivo, acquisti con carte e monete per comprare bustine con all’interno altre carte e/o oggetti esclusivi. Non preoccupatevi, però: non ci sono microtransazioni all’interno del gioco.

    Date sfogo alla vostra creatività…

In conclusione, Infinite Minigolf è un più che discreto gioco di minigolf, che dovrebbe essere assolutamente preso se da sempre siete amanti della creazione in prima persona di quello con cui volete giocare. Al momento non esistono altri giochi per Nintendo Switch con un editor di livelli, quindi vi consiglio assolutamente di acquistarlo se volete mettervi alla prova.

See you, Game Cowboys!

Facciotuttoio

Power-ups

Stickz

Perché sì:
Perché no:
  • Ottimo editor di livelli
  • Ampia scelta di power-ups

 

  • Controlli frustranti
  • Longevità discutibile senza considerare le buche degli utenti


About the Author

Barbarossa

Game designer, ha un pallino per il gaming in tutte le sue forme: analogica e digitale. Non volendosi permettere di prediligere una tipologia sull'altra, accumula board games sugli scaffali di casa e video games negli hard disk.