Greedy Guns – Samus Retu…. ah, no, aspe’

0
Posted 13/10/2017 by in PC/Mac/Linux

Piattaforma:
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by Carisma20
Recensione

“Si muove? Deve morire! E sganciare i soldi!”

Il gioco sarebbe più o meno riassumibile così.
I ragazzi di Tio Atum fanno un ottimo esordio, con un titolo che ricorda i cari vecchi Metal Slug, per il gameplay, a cui si aggiunge una mappa strutturata in modo che alcuni passaggi siano attraversabili solo da un certo punto in poi, elemento tipico dei metroidvania. All’inizio del gioco sarà possibile scegliere uno dei due protagonisti, maschile o femminile, e dopo una breve introduzione saremo già nel vivo dell’azione, con orde di nemici pronti ad essere asfaltati dai nostri proiettili.

L’impatto iniziale non è stato ottimo, dato che, seppur estremamente colorato, lo stile grafico è molto particolare. Ma i gusti personali sono stati tranquillamente messi da parte una volta saggiata la bontà del gameplay: il gioco va affrontato preferibilmente con il pad, dato che lo stick sinistro sarà, come di consueto, adibito al movimento orizzontale del personaggio, mentre quello destro al direzionamento dei proiettili a 360°. I trigger e i pulsanti dorsali permetteranno di sparare, saltare e cambiare la modalità di fuoco tra le due equipaggiate. Sarà possibile utilizzare il tasto “A”, in sostituzione, per saltare, mentre tutti gli altri saranno riservati alle abilità che sbloccheremo man mano che procederemo durante la nostra avventura.

L’uscita si aprirà solo una volta abbattuti tutti i bersagli

Il gioco non è per nulla banale, anzi! Risulta piuttosto impegnativo, nonostante su schermo non saranno mai presenti moltissimi proiettili. Le sezioni di normale avanzamento saranno intervallate da vari puzzle ambientali, boss fight e combattimenti a ondate. Ogni aspetto è decisamente curato, ogni nemico va affrontato in modi diversi, e, se ce ne sono di vari tipi, bisogna dunque capire quale eliminare per primo.

Certo che ho paura. Ma sono troppo avido per tornare indietro!

Citazione del protagonista

La storia non è, ovviamente, il punto forte della produzione: ci troviamo su questo nuovo pianeta per cercare delle enormi creature, abbatterle e recuperarne il dna da vendere al miglior offerente. I soldi sono tutto, in questo gioco, e ogni nemico abbattutto fornirà anche delle monete, che serviranno ad acquistare eventuali armi sbloccate, molte delle quali difficili da trovare. Insieme ai boss segreti, i token del cuore, che incrementeranno la nostra barra della salute, e i frutti rari, che ci forniranno una gran quantità di denaro, contribuiranno ad aumentare la longevità del gioco, almeno per i completisti. Infatti il titolo si conclude in poco più di cinque ore, una quantità di tempo comunque in linea con le altre produzioni del genere.

Puzza di boss fight…

Il menù all’interno del gioco risulta piuttosto povero: si limita a mostrare le opzioni di regolazione dell’audio e la scelta del dispositivo di input. Fortunatamente, prima dell’avvio del gioco, un’apposita schermata ci permetterà di scegliere se avere un’esperienza veloce, e meno rifinita, o graficamente più godibile, in linea con le capacità del nostro PC. C’è da dire, in verità, che il gioco è così leggero che penso giri pure sui tostapane.

Da menzionare, infine, la possibilità di giocare in modalità cooperativa in locale, funzione sicuramente interessante ma che non sono riuscito a provare… Lo so, sono una persona triste, asociale e con pochi amici… Che ci volete fare?

Trovate il gioco su Steam, compatibile con Windows, Steam Machine, Mac, i tostapane e Linux.

 

Gameplay

Coloratissimo

Segreti

 

Perché sì:
Perché no:
  • Tecnicamente valido
  • Impegnativo
  • Stile
  • Co-op

 

  • Corto

 


About the Author

Carisma20

È difficile fare una buona impressione presentandosi in questo modo.