Evolve: asimmetricamente giusto

4
Posted 27/02/2015 by in PC/Mac/Linux

Piattaforma: , ,
 
Software House:
 
Genere: ,
 
PEGI:
 

YOH-OH!:

Asimmetrico. Originale.
 

ARR!:

Asimmetrico. Meccaniche di squadra non immediate.
 
by Honoo5
Recensione

Un multiplayer asimmetrico deve essere bilanciato e, di conseguenza, competitivamente appagante? Forse sto dicendo un’eresia ma, secondo me, la risposta è semplicemente no. In Evolve il Mostro è più forte, non c’è niente da fare: non tanto per le abilità atletiche non comparabili con i quattro cacciatori, ma per il fatto di essere un ruolo che non necessita della coordinazione di più giocatori. Bisogna calcolare che il gioco è uscito solo poche settimane fa: un periodo di tempo troppo breve per permettere alla community di sviscerare il modus operandi ottimale per i cacciatori e tramandarselo per via sociale. Tra qualche mese si potrebbe ribaltare la situazione a sfavore dello Spettro, ma questa eventualità non va ad intaccare il mio ragionamento. Quello che voglio dire è che la giocabilità asimmetrica del titolo sviluppato da Turtle Rock Studios è prima di tutto divertente, dimostrandosi capace di regalare sensazioni inedite a chi è abituato ai rigidi regimi competitivi. E tutto questo già da oggi, momento in cui tutte le dinamiche avanzate sono ancora da scoprire. Giocare come Mostro restituisce un certo senso di onnipotenza in combattimento mentre impersonare un cacciatore permette di partecipare a battute di caccia dalle proporzioni epiche, con quella paura dell’essersi imbattuti in qualcosa al di fuori della portata di pochi uomini. Uno squilibrio delle forze in campo che, nel demolire ogni velleità agonistica, è però capace di amplificare la gioia nel caso di vittoria, esattamente come succedeva nel modesto Mario Chase. Se approcciato con la giusta mentalità, Evolve sa essere un titolo davvero divertente, anche se la fonte di questo divertimento non nasce dal buon bilanciamento degli scontri: pretendere la simmetria in questo gioco è fondamentalmente sbagliato.

Evolve 2K Turtle Rock Studios fps

La mappa di gioco è richiamabile a schermo con la semplice pressione di un tasto.

Tutto ruota attorno alla modalità Caccia: la squadra deve abbattere il Mostro entro un tempo limite cercando di non permettere a quest’ultimo di raggiungere il suo ultimo, e pericoloso, stadio evolutivo. Anche se questa modalità da il meglio di sé online, è possibile cacciare anche offline sfruttando i bot di gioco. Ad affiancare la modalità principale c’è Estrazione: una piccola campagna costituita da cinque match dove i risultati di ogni singola partita hanno influenze su quella seguente. Mi spiego meglio: chiunque vinca avrà, nello scontro successivo, dei bonus ambientali come ad esempio torrette automatiche sparse per la mappa di gioco, nel caso degli umani. Gli stage di Estrazione non sono necessariamente delle semplici partite Caccia: ci sono delle sotto-modalità che, senza entrare nel dettaglio, mi limiterò a definire poco riuscite. Le mappe di gioco sono una dozzina, tutte piuttosto vaste in modo da poter permettere al Mostro di nascondersi nelle prime fasi di gioco. In generale, abbiamo un design delle location strutturato ad altopiani e dislivelli, con numerosi sentieri percorribili. È anche presente una ricca fauna, fondamentale per alcune meccaniche che spiegherò più avanti. Se ancora non siete convinti, sappiate che il dinamismo è garantito dal variare delle condizioni atmosferiche, influenti soprattutto per quel che concerne la visibilità.

Evolve 2K Turtle Rock Studios fps

Un intermezzo permette al mostro di avere un piccolo vantaggio sugli inseguitori.

La squadra è composta da quattro membri specializzati in classi diverse: Assaltatore, Trapper, Medico e Support. Escludendo i futuri DLC, sono presenti tre personaggi per classe, uno disponibile immediatamente e gli altri sbloccabili dopo diverse partite in quel ruolo. Tutti i membri del roster sono equipaggiati con due tipi di arma e due poteri aggiuntivi, che possono essere armi extra, abilità passive o attive. Tutti i personaggi dispongono inoltre di un jetpack, fondamentale per raggiungerte le alture di cui sono sature le mappe di gioco. I primi minuti della partita sono i più frenetici per la squadra: è infatti in questo momento che il Mostro è più vulnerabile. Appena paracadutati sul pianeta Shear scatta la ricerca del nemico, sfruttando la possibilità di seguirne le impronte lasciate per terra e di captare i movimenti bruschi di stormi di uccelli spaventati dal passaggio della bestia. Durante questa fase si ci può avvalere di alcune abilità speciali, come ad esempio dei rivelatori di movimento ad area piazzabili dal Trapper Griffin, oppure liberare dei droni del Support Bucket, o ancora disseminare il quadro con le mine dell’Assaltatore Markov. In alternativa, si possono abbattere dei minion albini, in grado di donare dei buff temporali. Se la squadra agirà bene non ci vorrà molto prima di riuscire a stanare il Mostro, il punto fino adesso più critico nel matchmaking di Evolve. È in questo preciso momento che dovrebbe entrare in scena la Cupola Portatile del Trapper, uno strumento in grado di rinchiudere il Mostro in pochi metri quadrati per poterlo così danneggiare senza doverlo rincorrere qua e là. Il problema è che questo ruolo spesso non è ricoperto con efficacia, anche a causa della scelta infelice di non introdurlo con un tutorial: vincere senza un Trapper efficiente è ai limiti dell’impossibile. Nel caso che l’operazione di cattura vada a buon fine, ogni cacciatore ha un ruolo ben definito: l’Assalto provoca il maggior numero di danni possibile sfruttando la sua invulnerabilità temporanea, il Medico oltre a curare i compagni sfrutta la precisione del suo fucile da cecchino per evidenziare dei punti deboli nella corazza del mostro, il Trapper può limitare ulteriormente i movimenti del nemico grazie a degli arpioni o aggeggi simili e il Support crea degli scudi protettivi attorno ai personaggi sotto attacco o, sfruttando le abilità immobilizzanti del Trapper, può scatenare un attacco aereo tanto circoscritto quanto potente. Abbattere uno Spettro non è banale e richiederà l’uso di più di una cupola.

Evolve 2K Turtle Rock Studios fps

Il Mostro ha un maggiore controllo dell’aerea circostante grazie alla visuale in terza persona.

Lo ripeto: il Mostro è più forte: è lui che ha il vero controllo sul match. Tutte le azioni della formazione nemica sono in funzione di come la bestia si muove tra gli anfratti e la vegetazione. Ma andiamo con ordine: scelto uno dei tre mostri disponibili, la partita inizia al primo stadio evolutivo, con attributi lontani dal poter impensierire gli avversari. Prima di tutto ci vengono affidati tre punti esperienza da distribuire su quattro abilità diverse: la scelta è tra l’attivare il maggior numero di abilità oppure potenziare da subito quelle che si adattano al nostro stile di gioco. Fatto ciò bisognerà correre il più lontano possibile per sfuggire al contatto visivo dei cacciatori, sfruttando i corsi d’acqua e/o la capacità di accovacciarsi per non lasciare impronte al nostro passaggio. Una volta che si ci è sincerati di essere soli, parte la fase di nutrizione, necessaria per poter passare allo stadio successivo. Le due evoluzioni sono i momenti più critici per il Mostro poiché per eseguirle si dovrà rimanere immobili per qualche istante senza corazza protettiva, lasciandolo vulnerabile agli attacchi nemici che infliggeranno danni permanenti. Già dal secondo stadio evolutivo lo Spettro rappresenta una seria minaccia per gli umani, un motivo più che valido per trasformarsi da preda a cacciatore.

Evolve 2K Turtle Rock Studios fps

Il design dei personaggi è un po’ cialtrone. Sembra Tremors nello spazio.

L’idea alla base del titolo Turtle Rock è davvero buona: un nascondino violento con rapidi cambi di ruolo tra preda e predatore. Seppur limitato contenutisticamente, e di natura leggermente sbilanciato, è in grado di intrattenere per lungo tempo grazie ad un roster curato ed al gran numero di situazioni che si vanno a creare in partita. Infastidisce il programma di DLC di 2K, ma non dovrebbero risultare fondamentali per quella che è già un’esperienza online più che buona. Consigliatissimo se si hanno quattro amici con cui giocare. Evolve è disponibile per Xbox One, Playstation 4 e PC.

Evolve Premi


About the Author

Honoo5
Honoo5

Principalmente dorme e perde tempo a refreshare i news feed. Ha avuto diverse carriere di successo in passato (scienziato, pallavolista, pittore). Non ascolta più musica, non guarda più tanti film, guarda il wrestling. Gli sono sempre piaciuti molto i videogiochi.



  • Mattia Sacus Semini Righi

    Ma è solo per pc…

    • Rugerfred

      No, è uscito anche per XBOX One e PS4.

      • Mattia Sacus Semini Righi

        Intendo che è nella sezione PC/Mac/Linux e non in quella PC e basta…

        • Rugerfred

          Ah, ok. È un problema di macrocategoria, grazie per avercelo fatto notare, sistemeremo per i prossimi articoli. 🙂