Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls – Ancora orsetti assassini!

0
Posted 02/08/2017 by in PC

Piattaforma: ,
 
Software House:
 
Genere:
 
PEGI:
 
by Marco Valle
Recensione

Eccoci qua, ancora una volta, a parlare dell’ennesima conversione su Playstation 4 e PC di un gioco della serie Danganronpa, il folle franchise nipponico a base di orsetti assassini e menti disturbate nato nell’ormai lontano 2010 su PS Vita. Questa volta trattiamo un capitolo che si discosta molto dalla solita routine a cui ci ha abituato la serie. Mentre gli altri titoli si presentavano, infatti, come visual novel, Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls è una sorta di sparatutto in terza persona (oltre che il gioco con il titolo più lungo della storia).

In Ultra Despair Girls (d’ora in poi lo chiamerò così) vestiremo gli studenteschi panni di Komaru Naegi, sorella di Makoto, già protagonista del primo capitolo della serie Danganronpa Trigger Happy Havoc. Komaru è solo un’adolescente quando, dopo essere stata rapita da personaggi ignoti, viene rinchiusa in un appartamento senza possibilità di contatto con l’esterno. Le giornate per la ragazza cominciano a scorrere lente e monotone, pur non mancandole assolutamente nulla, finché, un giorno, la porta d’ingresso dell’appartamento in cui la giovane è imprigionata viene sfondata a colpi di artigli da un minaccioso Monokuma, uno degli inquietanti orsetti robot bianchi e neri che fanno un po’ da “mascotte” all’intera serie. La giovane Komaru riesce a sfuggire per un pelo al Monokuma assassino, il quale, però, si mette ad inseguirla, risoluto a finire il lavoro per il quale è stato programmato. A sistemare le cose ci pensa uno strambo tizio, Biakuka Togami, che, dopo aver salvato la fanciulla, illustra la situazione attuale del mondo esterno. La città è sotto l’attacco di questi malefici orsetti assassini e noi, per qualche ragione che ancora non comprendiamo, facciamo parte di questo perverso piano, che, per inciso, è stato architettato da un gruppo di bambini psicopatici (giuro!). Quindi, armati di uno speciale megafono multifunzione (!) ci dovremo far strada lungo i livelli per sfuggire alla furia dei Monokuma assassini e dei loro folli mandanti. Come potete vedete, la trama è il solito misto di follia e nonsense tipico del marchio Danganronpa.

danganronpa

Il fascino della marinaretta.

Come già detto, Ultra Despair Girls si presenta come uno sparatutto in terza persona, dove l’esplorazione dei vari ambienti va a braccetto con la distruzione dei pericolosi nemici robotici che ci correranno incontro. Il tutto inframezzato da lunghissime (e, purtroppo, a volte mortalmente noiose) scene ricche di dialoghi, che hanno però il pregio di essere realizzate in un ottimo e accattivante stile anime. Oltre a esplorare e blastare nemici, a volte saremo chiamati anche a risolvere alcuni puzzle ambientali, utilizzando una delle tantissime funzioni della nostra stravagante arma-megafono. Il congegno, infatti, è in grado di sparare molti tipi di proiettili dai diversi effetti. Sfruttandoli, possiamo quindi dare energia a una porta o a un sistema, distrarre gli avversari o bloccarli facendoli ballare (!) e altre amenità del genere. Inoltre, potremo anche assumere temporaneamente il controllo della coprotagonista Toko Fukawa, che incontreremo poco dopo l’inizio del gioco. Si tratta di una ragazza con evidenti problemi di schizofrenia, che può usare la sua altra personalità, Genocide Jack, per far fuori gli avversari a colpi di forbici, trasformando di fatto il gioco in un semplicissimo beat’em up. Questo, e la grande varietà dei proiettili ad effetto utilizzabili, sono gli unici due momenti di rottura in quella perenne monotonia che, purtroppo, accompagna il gioco.

danganrompa

WTF!?!

Ultra Despair Girls è infatti un gioco lento, soprattutto se consideriamo il suo genere. Non mi sono mai trovato in situazioni davvero “action”, anche quando i nemici arrivavano da ogni parte. In qualsiasi momento del gioco, c’è sempre tutto il tempo necessario per decidere la strategia da seguire, puntare accuratamente e fare fuoco in tutta tranquillità (o quasi). Non esattamente il massimo dell’eccitazione! Se poi consideriamo il fatto che, ogni 5 minuti di gioco o poco più, dobbiamo sorbirci qualche assurdo e interminabile dialogo (solo inglese e giapponese, ovviamente: si sono ben guardati dal localizzare il gioco in italiano), la cosa non migliora di sicuro.

Anche sul fronte tecnico non possiamo certo gridare al miracolo. Certo, c’è sempre da tenere in conto che si parla della conversione di un titolo nato su PSVita nel 2015, d’accordo, ma alle animazioni legnose e ai controlli confusionari e poco pratici si poteva benissimo metter mano, in vista di questa edizione del 2017 per piattaforme più performanti! Decisamente meglio il comparto audio, accattivante e mai assillante, sia per le musiche che per gli effetti sonori generali.

In definitiva, mi sento di consigliare questo Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls solo ai fan della serie che, con questo titolo, è finalmente arrivata per intero anche in versione PS4.

Storia folle

Monokuma ovunque

Perché sì:
Perché no:
  • Intermezzi in stile anime
  • Sonoro d’atmosfera e non fastidioso

 

  • Azione spezzettata
  • Lento e monotono
  • Tecnicamente datato

Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls – PlayStation 4 (Videogioco)


List Price:EUR 29,99
New From:EUR 29,99 In Stock
Used from: Out of Stock
Release date June 23, 2017.


About the Author

Marco Valle

Scrivo di videogiochi, fumetti e lifestyle. Ma anche di gdr, telefilm, film e cose. Soprattutto cose.