Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online – Massive Multiplayer Fanservice

0
Posted 14/11/2017 by in PC

Piattaforma: ,
 
Software House: , ,
 
Genere: ,
 
PEGI:
 
by Ruka
Recensione

Essendomi occupato di un po’ tutti i Neptunia usciti, era inevitabile per me recensire anche questo 4 Goddesses Online e, sebbene mi aspettassi una situazione identica ai predecessori, sono stato in parte smentito da un comparto ludico diversificato quel tanto che basta per non farmi precipitare nel tedio sin dalle prime fasi di gioco.

E così, Neptune e compagnia danzante si ritrovano a provare la beta di un nuovo MMORPG: catapultate nel regno di Asgard, apprenderanno di essere le prescelte incaricate di impedire il risveglio del Re dei Demoni attraverso il ritrovamento di alcuni antichi manufatti.
Tutto qui? Sì, tutto qui, anche perché, come da canone per la serie, la trama risulta volutamente stereotipata per fare il verso a quelle che sono le convenzioni del genere, svolgendo il ruolo marginale di pretesto per viaggiare di stage in stage, malmenando mostri per salire di livello e completando le quest necessarie ad avanzare nella storyline principale della striminzita durata di una quindicina di ore.
Non manca poi la consueta mole di fanservice dedicata principalmente ai veterani del brand, la quale, in questo spin-off sviluppato da Tamsoft (il team dietro SENRAN KAGURA), si fa sentire – e vedere – più che mai.

Un trofeo gratis non si rifiuta mai.

Nulla di nuovo sotto il sole per quel che riguarda la sempreverde lobby: vi basterà leggere una qualsiasi delle mie recensioni precedenti per trovare gli stessi elementi riproposti in Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online, che dalla loro hanno, come unica eccezione, tre strutture inedite quali la cattedrale, utile a ricevere buff temporanei e salvare la partita, un edificio che funge da ponte di collegamento per il multiplayer e un’arena in cui allenarsi per comprendere appieno le fondamenta del nuovo combat system.
Proprio il combattimento, infatti, è ciò che regala un minimo di freschezza all’esperienza, poiché non più a turni, ma totalmente action: parate, schivate e combo saranno il nuovo pane quotidiano delle protagoniste, ora atte a incarnare le classi tipiche degli MMORPG quali guerrieri, ladri, maghi e via dicendo.
Il combat system in sé non presenta eclatanti innovazioni per il genere, in quanto sono onnipresenti le funzioni di attacco leggero e pesante che, in combinazione con i tasti dorsali del pad, attivano determinate abilità assegnate in precedenza tramite un apposito menu.

In un roster di otto ragazze, potremo quindi decidere liberamente il personaggio da controllare, affiancato altri tre che verranno guidati dalla CPU e a cui potremo impartire ordini relativi alla tattica da sfruttare in combattimento. Meglio dedicarsi all’offensiva più totale o focalizzarsi su cure e buff? A voi la scelta.

Visivamente è il miglior Neptunia sulla piazza, ma le ambientazioni risultano ancora scialbe.

Tecnicamente siamo di fronte a visibili passi in avanti, grazie all’impiego dell’Unreal Engine 4, che purtroppo però si è rivelato essere una scelta azzardata per degli sviluppatori chiaramente inesperti nel suo utilizzo: se la mole poligonale e gli effetti particellari ne traggono giovamento, lo stesso non si può dire per un framerate che arranca nel mantenere i tanto sbandierati sessanta fotogrammi al secondo, perlomeno sulla PS4 Standard su cui il gioco è stato testato.
Inspiegabile poi il lunghissimo caricamento che si ripresenta ad ogni avvio del gioco, specie se si considera l’effettiva grandezza degli stage, non proprio definibili macroaree; inoltre qualche incertezza la si nota per quel che concerne alcune animazioni, decisamente poco fluide se comparate con altri lavori della medesima software house, come ad esempio ESTIVAL VERSUS.

Senza infamia e senza lode la colonna sonora, che lascia sicuramente il primato all’ottimo doppiaggio nipponico, ormai una costante per la serie.
Parlando invece del multigiocatre online, il netcode sembra funzionale: nelle poche partite che sono riuscito a trovare, non ho riscontrato problemi di lag o desync, ma soltanto i soliti framedrop presenti anche in singleplayer.

Triggered.

Tirando le somme, Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online, nonostante la sua natura di spin-off, rappresenta un discreto passo avanti per la serie: intrattiene e diverte come deve, pur non innovando alcunché, grazie al suo combat system solido (e per certi versi impegnativo) che ne fa la ventata d’aria fresca tanto attesa dai fan di lunga data.
Le magagne tecniche gli impediscono di venir promosso a tutto tondo, ma anche così non vi è motivo di negare i suoi meriti, come invece è accaduto più volte in passato.

Finalmente un passo avanti

Noire

Perché sì:
Perché no:
  • Un Neptunia divertente
  • L’UE4 fa il suo sporco lavoro…

 

  • Ripetitivo
  • …ma gli sviluppatori no
  • Main quest troppo corta

Cyberdimension Neptunia: 4 Goddesses Online (COPERTINA IN ITALIANO) PS4 (CD-ROM)


List Price:EUR 59,99
New From:EUR 59,99 In Stock
Used from: Out of Stock

 


About the Author

Ruka

Un weeb che videogioca e scrive. No seriamente, cosa vi aspettavate ?