Azure Striker Gunvolt: I wanna be Mega Man

0
Posted 03/11/2015 by in 3DS

Piattaforma:
 
Software House:
 
Genere: , ,
 
PEGI:
 

YOH-OH!:

Grafica vecchio stile. Musiche. Veloce e frenetico.
 

ARR!:

Talvolta troppo facile. Si finisce in fretta.
 
by Cathoderay
Recensione

Sono particolarmente affezionato a Mega Man, credo senza esagerare sia uno dei miei personaggi preferiti nel mondo dei videogame e ne vorrei tanto un nuovo capitolo in 2D da giocare, ma negli ultimi anni il bombardiere blu di casa Capcom latita su qualunque console. Tempo fa però Inti Creates aveva già dimostrato di saper creare ottimi giochi in due dimensioni per la saga del robot blu di Capcom, e ora si sono lanciati in una produzione che è palesemente ispirata a questi lavori ma con un personaggio tutto nuovo, dando vita ad Azure Striker Gunvolt, un gioco che mette in campo qualche variante piuttosto interessante.

Azure Striker Gunvolt: immagine di gioco col protagonista circondato da saette.

Gunvolt imita il possente Thor.

Come potete notare nell’immagine qui sopra, Gunvolt è interamente in grafica 2D come i giochi a cui si ispira, e da questo punto di vista non posso davvero muovere nessuna critica. È animato in maniera perfetta e deliziosamente retrò, sottolineando fin da subito le origini da cui prende spunto, tutto è stato disegnato a mano in uno stupendo tripudio di pixel ed effetti speciali che rendono la nostra avventura di mercenario/investigatore una gioia per gli occhi, sicuramente aumentando la gradevolezza dei numerosi dialoghi tra i personaggi presenti nella storia.
L’eliminazione sistematica di ogni robot che si presenta davanti al nostro protagonista avviene con una combinazione di pistola (che serve principalmente per marcare i bersagli) e scariche elettriche. Questa la vera novità e intero fulcro del gioco, Gunvolt lancia scosse come un pazzo utilizzandole sia per spazzare via i nemici che per proteggersi da attacchi e proiettili vaganti, il tutto gestito attraverso una pratica barra che indica la carica rimanente. Ovviamente, oltre alle sue scosse base si andranno ad aggiungere attacchi speciali e nuovi tipi di pistole, i primi spesso ereditati da boss eliminati, le seconde comprate nell’apposito negozio con i crediti guadagnati tra una missione e l’altra.

I livelli in questo nuovo gioco Inti Creates sono a volte altalenanti ma nel complesso ben equilibrati, la vera sfida però la troverete arrivati ai vari boss del gioco. I maledetti tendono ad essere particolarmente ostici e dagli attacchi molto vari, dovrete memorizzare ogni pattern di attacco per arrivare a una vittoria e imparare a schivare tantissimi attacchi a schermo, scoprendo ben presto che con la sola elettricità non riuscirete a sopravvivere.

Azure Striker Gunvolt: uno scontro con un boss gigantesco.

Stavo giusto dicendo degli attacchi sobri dei boss.

Tra una missione e l’altra potrete sbloccare delle “prove” che vi permetteranno battendo i punteggi di poter accumulare i crediti per poter comprare nuove armi e attrezzature a Gunvolt. Questa scelta indubbiamente permette una certa varietà su come affrontare il gioco che altrimenti rischierebbe di diventare fin troppo ripetitivo.
Nonostante tutti questi pregi il gioco non è esente da difetti: purtroppo i ragazzi di Inti Creates malgrado gli sforzi encomiabili non sono riusciti a creare un prodotto che si discosti troppo dai loro vecchi lavori. Per chi ha giocato i vari Mega Man Zero, Gunvolt sarà una specie di more of the same molto bello e forse troppo facile, non che questo sia un difetto enorme ma penso che cercare di staccarsi un po’ dalle proprie produzioni aiuterebbe sicuramente a convincere un pubblico più vasto, anche se immagino la cosa non sia così semplice come scriverla. Nel complesso rimane un gioco divertente e abbastanza appagante, con delle musiche che spesso tenderanno a rimanervi in testa per qualche giorno, in pieno stile Mega Man, ottimo per delle partite veloci e divertenti.

Potete comprarvi Azure Striker Gunvolt su Nintendo eShop dal vostro fidato 3DS a 12,99€.

Azure Strike Gunvolt premi: fulmini oro, musiche argento, pew pew bronzo


About the Author

Cathoderay
Cathoderay

Amante dei fumetti in maniera viscerale, è uno dei "Vecchi" della redazione, molto spesso si ricorda di titoli semi sconosciuti perché ha avuto la sfortuna di provarli quando uscirono, ha scritto qua e la per tanti anni in tanti posti, e internet ne porta una sottile traccia, un filo rosso che denota la sua instabilità mentale.Adora gli ornitorinchi, le lontre i lupi e le volpi, ma fondamentalmente non glielo sentirete mai ammettere, perché è una persona orribile.