Ta-Pum! – Tutti assieme ce la possiamo fare

0
Posted 19/07/2016 by in Oliphante

Editore:
 
Autore: ,
 
Numero Di Giocatori:
 
Tempo Di Gioco:
 
Età Suggerita:
 
by Rugerfred
Recensione

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una diffusione sempre maggiore di giochi incentrati sulla prima guerra mondiale. A circa cent’anni dall’avvenimento, i videogiocatori hanno potuto avvicinarsi all’evento tramite giochi come VerdunValiant Hearts: The Great War e, il tuttora in sviluppo, Battlefield 1. Anche nel mondo dei giochi da tavolo sono stati innumerevoli i wargames dedicati Grande Guerra, ma non molti di essi possono definirsi adatti ad un pubblico non hardcore.

Ta-Pum! invece è un card game cooperativo nel quale degli amici, in procinto di diventare soldati, si promettono a vicenda di superare il conflitto per poi ritrovarsi di nuovo tutti assieme sani e salvi. Il nome dell’edizione italiana, il gioco era stato pubblicato in francese con il nome di Les Poilus e in inglese come The Grizzled, deriva da un canto alpino.

Ta-Pum

Non fatevi ingannare dalla scatola piccola: gioco e materiali sono ottimi.

I componenti nella scatola sono pochi, ma tutti essenziali. Troviamo infatti sei carte Soldati, ognuno con uno specifico Portafortuna, 59 carte Tribolazioni (divise in Minacce e Traumi), 16 tessere Supporto, cinque gettoni Discorso, un segnalino Comandante di Missione (attribuito ad inizio partita al giocatore più peloso), una carta Pace ed una carta Monumento ai Caduti. Infine, una scheda riepilogativa rigida e il regolamento.

Una volta scelto il proprio personaggio tra i sei disponibili, il gruppo dovrà affrontare una serie di missioni. Il mazzo delle Tribolazioni, andrà a formare due mazzetti: uno a coprire la carta Pace, l’altro sopra quella del Monumento ai Caduti. Se il gruppo riesce a vedere la carta Pace e a non avere più carte in mano, il gruppo sopravvive alla guerra. In caso invece si vada a rivelare la carta del Monumento ai Caduti, o un personaggio ottenga quattro traumi in contemporanea, il gruppo ha perso e la promessa iniziale è stata infranta. Ogni missione avrà un leader, rappresentato dal possesso del segnalino Comandante di Missione. Alla fine di una missione, il comandante otterrà un gettone Discorso e il segnalino passerà ad un altro giocatore

Ta-Pum

I personaggi, le loro tessere Supporto, le loro  carte, i loro Traumi, il segnalino Comandante di Missione, i mazzetti sopra il Monumento ai Caduti e alla Pace, i gettoni Discorso, e la Terra di Nessuno.

Nel turno i giocatori potranno eseguire queste azioni: giocare Tribolazioni, mettendo una Minaccia nella Terra di Nessuno oppure assegnandosi un Trauma; utilizzare il proprio Portafortuna, voltando la carta Soldato dall’altra parte e rimuovendo una delle carte nella Terra di Nessuno; fare un Discorso, se dispongono dell’omonimo gettone, facendo scartare carte contenenti una Minaccia dichiarata; oppure ritirarsi e giocare una tessera Supporto.

Le Minacce sono sei: Neve, Pioggia, Notte, Gas, Bombardamento e Assalto. La meccanica principale del gioco è incentrata su un match 3 inverso: mettendo sul tavolo il maggior numero di carte possibile, il party dovrà cercare, e sperare, di non ottenere tre simboli Minaccia uguali. In caso si verifichi ciò la missione è da considerarsi fallita e le carte vengono utilizzate accatastate sopra il mazzo della Pace, allontanando quindi la prospettiva di riuscire sopravvivere alla Grande Guerra. Se tutti i giocatori riescono a ritirarsi, le carte nella Terra di Nessuno vanno rimosse dal gioco. In ogni caso, alla fine di una missione vengono spostate delle carte dal mazzo sopra al Monumento ai Caduti al mazzo sopra la Pace. Le tessere Supporto aiutano a rimuovere i Traumi ottenuti o a riguadagnare il proprio Portafortuna.

Ta-Pum

Il peculiare stile grafico di Ta-Pum!, contemporaneamente minimale e ricco di dettagli, vi conquisterà.

Quanto appena scritto non è ovviamente una descrizione approfondita delle meccaniche e delle dinamiche di Ta-Pum!, ma giusto un riassunto sommario di quella che è la sua struttura. La forza di Ta-Pum! sta nel comunicare in maniera veloce (una partita dura circa una mezz’oretta) sia le problematiche comuni ed “esterne” della Grande Guerra (come le condizioni ambientali, i bombardamenti, il gas e gli assalti) sia quelle “interne” e meno banali (come i traumi psicologici accusati dai soldati). Gli elementi di cooperazione rafforzano il clima al tavolo e riescono, insieme alle circostanze avverse di quegli anni,  ad unire i giocatori in un gruppo pronto ad ogni avversità. Sopravvivere insieme, come la promessa all’origine del gioco.

Ad supportare il tutto vi è l’impeccabile direzione artistica data dalle splendide e suggestive illustrazioni di Tignous, fumettista francese morto durante il drammatico attentato a Charlie Hebdo. Le carte, il tabellone, tutto è contraddistinto dal suo tratto inconfondibile. È illustrato persino l’interno della scatola che, a proposito, fa delle dimensioni ridotte un suo pregio: siamo talmente tanto abituati ad attribuire a confezioni di piccole dimensioni un valore misero, come se si trattassero sempre di giochi di “serie B”, che ritrovarsi con un titolo di questo spessore in un’edizione praticamente tascabile non può che sorprendere in positivo.

Se il gioco vi ispira, o avete un gruppetto di amici con cui tentare di sopravvivere alla prima guerra mondiale senza rischi per la vostra salute, correte ad acquistare Ta-Pum! dal sito dell’editore Oliphante. Ma assicuratevi che nel tragitto non ci siano tre Minacce uguali, ecco.

Ta-Pum Premi

Perché sì:
Perché no:
  • Ottimi materiali e scatola
  • Illustrazioni convincenti
  • Veloce e facile da imparare

 

  • In meno di 4 giocatori l’esperienza di gioco perde un po’ di efficacia


About the Author

Rugerfred

Game Designer freelance, videogiocatore, sperimentatore musicale e affamato di sapere. Ha un conto aperto con Volfied e troppi progetti aperti e non finiti per poter vivere tranquillamente. Cerca di dividere il proprio tempo libero tra gioco analogico e digitale, trovandosi così con giochi che occupano la maggior parte del suo spazio virtuale e fisico.