Krosmaster Quest: dungeon crawler da salotto

0
Posted 31/10/2015 by in Ghenos Games

Editore:
 
Autore:
 
Numero Di Giocatori:
 
Tempo Di Gioco:
 
Età Suggerita:
 

YOH-OH!:

Divertente, molto vario e con materiali sontuosi.
 

ARR!:

In 6 diventa lunghissimo. Più facile per chi arriva da Krosmaster Arena.
 
by Cathoderay
Recensione

Il mese scorso sono passato a trovare i ragazzi di Ghenos Games a Milano e, oltre al farmi vedere un vero e proprio bunker pieno di scintillanti board game, hanno dedicato un po’ del loro tempo spiegando l’universo del Krosmoz a un profano come me. La chiaccherata è stata veramente divertente e quando sono uscito dalla loro sede con una copia di Krosmaster Quest l’unica cosa che volevo fare era provarlo, quindi, amici alla mano, mi sono lanciato in questa nuova avventura. Com’è andata? Lo vediamo subito.

Krosmaster Quest: il contenuto della scatola.

Un’occhiata al contenuto della scatola, e non è tutto qui!

Aprire la scatola di Krosmaster Quest è come aprire uno scrigno del tesoro. Il materiale contenuto è tantissimo e persino nella foto qui sopra non lo vedete tutto: non vi entravano le tantissime plance che vanno a comporre il tabellone, le regole, le cartelle dei giocatori e tanto altro. Considerate che qui io le cose le ho già montate e riposte negli appositi contenitori, altrimenti avrei dovuto fare un album solo per i contenuti.

Indubbiamente l’edizione italiana di questo gioco è curata nei minimi particolari e il materiale è di prima qualità. So che possono sembrare cose strane dette da chi magari questo ambiente lo bazzica da tanto, ma io non tocco un tabletop così corposo da anni: non si può che rimanere incantati dalla cura che c’è in tutto questo. L’apice viene raggiunto dalle miniature, nel gioco ne avrete ben 7, di cui 2 esclusiva della versione Quest e, come se il gioco non fosse già immenso per contenuti e giocabilità di base, sappiate che potete utilizzare qualsiasi altra miniatura dell’universo di Krosmaster e viceversa: tutti i giochi della linea sono interconnessi tra loro permettendo una scelta praticamente infinita di personaggi da usare, cosa non da poco.

Krosmaster Quest: il gioco montato, con plance e miniature.

Un esempio di come può essere il gioco montato, ma in realtà è molto più ricco di così.

Come un tipico di dungeon crawler Krosmaster Quest prevede che i vostri personaggi debbano misurarsi in una serie di missioni di varia natura, ad esempio l’uccisione di mostri specifici o il recupero di materiali per guadagnare punti. Chi arriva per primo ad avere 13 gradi della gloria vince, semplice no? Quindi, scegliete uno dei 5 personaggi disponibili (ognuno con caratteristiche diverse) e partite per l’avventura! Avrete uno zaino per l’equipaggiamento, magie e abilità esclusive per il vostro personaggio e una serie di carte che vi diranno di volta in volta come e dove dovrete muovervi per portare a termine la vostra missione, perché qui non avrete una campagna da seguire ma solo degli scenari generici che potrete costruire da zero, anche se nella scatola ne è presente un buon numero già pronto da affrontare. Va detto che spesso la partita finirà con la conclusione dello scenario e non con il raggiungimento del tredicesimo grado della gloria, il che non guasta poiché offre così parecchie variabili su cui riflettere durante il gioco.

Una cosa importante su cui mi voglio soffermare sono i punti Kama: questi punti vengono guadagnati durante il gioco falciando i mostri e portando a compimento alcune missioni, e sono fondamentalmente il motore del gioco. Grazie a questi punti potrete infatti sbloccare nuove abilità per il vostro personaggio, che inizia la partita con solo la prima abilità utilizzabile, e di acquistare le ricette, indispensabili per avere una nuova spada magica o un bastone incantato. Per fare questo i giocatori dovranno visitare i negozi e gli atelier del gioco, spesso una manna dal cielo per la partita.
Il Kama può essere anche convertito in gradi della gloria e quindi starà al giocatore scegliere come e quando usare le proprie risorse e i propri punti per arrivare alla vittoria. Questa cosa mi è piaciuta particolarmente perché dona al titolo di Ghenos Games un certo spessore tattico e, credetemi, in certi scenari la scelta giusta darà la svolta alla vostra partita.

Krosmaster Quest: altra immagine del gioco montato.

Una bella foto 3D.

Ci sono i portali come vedete qua sopra che vi spostano da un punto all’altro della mappa, ci sono i Dungioni che sono molto insidiosi ma vi ricompensano con tantissimi bonus, e ci sono mostri. Proprio attraverso questi ultimi il sistema regala momenti particolarmente divertenti, visto che possono essere giocati in modi diversi: di base, i vari giocatori interpretano a turno il proprio personaggio e i mostri, evitando cosi turni morti e sbilanciamento della partita, ma volendo si può eleggere un Demone, un giocatore che si occuperà solo di rendere la vita dei nostri eroi molto complicata, muovendo i mostri e estraendo carte evento, che andranno a stravolgere spesso il lavoro svolto, obbligando i giocatori a scegliere una nuova tattica.
Ma, in definitiva, Krosmaster Quest è divertente? Sì! Assolutamente! È un bel gioco, richiede una certa dose di pazienza iniziale per assimilare tutte le regole, soprattutto per chi non viene come me dalle partite a Krosmaster Arena, ma capito come ci si muove e come si combatte tutto diventa molto snello e fluido e fino a 4 giocatori la cosa è praticamente perfetta, soprattutto se tutti sanno bene come giocare. Con 6 giocatori la partita tende a durare davvero troppo, quindi preparatevi delle vettovaglie nel caso vogliate trascorrere un pomeriggio con tutti i vostri amici.
Non ho riscontrato particolari difetti in questo gioco, è divertente e ben confezionato e ha un sacco di opzioni disponibili, sicuramente lo consiglio per chi volesse un dungeon crawler divertente e senza troppe regole da imparare. E le miniature sono splendide!

Potete fare scorta di Kama e affrontare Pappatutto e Tofu comprando Krosmaster Quest da qui

Krosmaster Quest POLIPI: varietà oro, miniature argento, pappatutto bronzo


About the Author

Cathoderay
Cathoderay

Amante dei fumetti in maniera viscerale, è uno dei "Vecchi" della redazione, molto spesso si ricorda di titoli semi sconosciuti perché ha avuto la sfortuna di provarli quando uscirono, ha scritto qua e la per tanti anni in tanti posti, e internet ne porta una sottile traccia, un filo rosso che denota la sua instabilità mentale.Adora gli ornitorinchi, le lontre i lupi e le volpi, ma fondamentalmente non glielo sentirete mai ammettere, perché è una persona orribile.