Justice League: Hero Dice – Batman + Superman!

0
Posted 02/04/2016 by in Ghenos Games

Editore:
 
Autore:
 
Numero Di Giocatori:
 
Tempo Di Gioco:
 
Età Suggerita:
 
by Cathoderay
Recensione

Mentre al cinema impazza Batman v Superman: Dawn of Justice e un sacco di gente cerca di dare la sua opinione su quanto non gli sia piaciuto il film – pur non avendo letto nessun fumetto su questi personaggi neanche mentre erano seduti sul water – io e il prode Ipah, amico di mille battaglie e uomo dalla pazienza eterna, ci dedichiamo al nuovo gioco a tema super eroistico edito in Italia da Ghenos Games, Justice League: Hero Dice, nel quale potete indossare il mantello del cavaliere oscuro o dell’azzurrone di Metropolis.

Partiamo dal contenuto delle scatole, che sono molto belle, di un cartone solido e magnetizzato sul lato.

pixelflood.it

Piccole e compatte.

pixelflood.it

I contenuti sono semplici…

pixelflood.it

…ma funzionali e ben fatti.

La confezione contiene un mazzo di carte comprensivo di villain da combattere e carte bonus per il vostro eroe, dei bellissimi dadoni in plastica che rappresentano i colpi che porterete ai vostri nemici e una manciata di segnalini in cartone rispettivamente per i danni, l’indicatore del vostro eroe (così si capisce sempre chi state attaccando) e dei punti bonus che vengono guadagnati se attaccate lo stesso bersaglio con un compagno di squadra. Chiude la carrellata il manuale delle regole e la scheda riassuntiva con i poteri del vostro eroe.

La preparazione del gioco è semplicissima, separate le carte e le disponete davanti a voi divise in poteri dell’eroe e villain. La disposizione di questi ultimi avviene in modo da simulare l’entrata in scena del nemico dalla periferia della città scelta (in questo caso metropolis o ghotam city) e la zona di combattimento, qui sotto vi mettiamo una diapositiva esplicativa del tutto.

pixelflood.it

Questo è quello che vi trovate davanti se giocate in coppia, cosa che consiglio!

Come potete osservare più a destra ci sono due supercattivi e sono quelli che dovrete affrontare durante il round di combattimento, scegliendo con l’apposito segnalino verso chi dirigere i vostri colpi.
Questo setting della foto è per due giocatori ma potrete riunirvi fino a 4 eroi (usciranno in seguito i pacchetti di Lanterna Verde e di Flash) e rendere il tutto molto più spettacolare e concitato.

Il tiro di dadi determina quanti colpi andranno a segno in maniera diversa per i due eroi:

Superman ha 6 dadi di 3 colori diversi e a ogni lancio deve decidere quale colore mantenere, ritirando i restanti, per un totale di 3 lanci. Per ogni simbolo con la S che ottiene infligge un danno all’avversario, più un danno extra grazie alla sua abilità speciale, presente anche se non ottiene risultati S al lancio. Per portare a termine l’attacco deve prima riuscire ad eliminare tutti i risultati kryptonite, sia ottenuti con i dadi che raffigurati sulla carta del nemico, pena l’annullamento dei colpi inferti compreso quello speciale. Per distruggere la kryptonite deve utilizzare gli altri risultati dei dadi: una kryptonite può essere eliminata da uno sguardo laser oppure da 2 dadi respiro congelante. Oltre a questi potrete giocare le carte speciali che vi danno dei bonus immediati ma si esauriscono subito, donando al gioco un po’ di strategia e non basando il tutto solo sui dadi.

Batman funziona in modo molto diverso. Ad ogni lancio il giocatore può ottenere tre risultati, il simbolo del  pipistrello che vale come un danno al nemico, il simbolo ferita che annulla un danno al nemico, o la Batmobile. Per colpire il nemico Batman deve ottenere più simboli pipistrello che ferite, comprese quelle  sulla carta del cattivo. Ad ogni lancio di dadi il giocatore può metterne da parte alcuni, ma solo se ottiene un risultato Batmobile del colore di quei dadi: mette da parte quelli che vuole tenere e rilancia i restanti dadi, Batmobile compresa. Se non ottiene batmobili può fare due cose, o si ferma e fa la somma di pipistrelli e ferite oppure può scartare un gettone Batmobile come fosse un risultato al dado di qualsiasi colore. Si possono bloccare i risultati di un solo colore di dado per turno e il giocatore è libero di fermarsi quando ritiene più opportuno. Anche questa meccanica, come visto per Superman, concede un certo livello di strategia nonostante il tutto sia basato sul lancio dei dadi.

Terminata la sessione di lancio e utilizzate le carte speciali a proprio gradimento, si passa al conteggio dei danni e a mettere i segnalini ferita sopra le carte dei villain, e se il totale raggiunge il valore in resistenza del nemico questo viene abbattuto. Nel caso in cui un nemico presenti segnalini ferita di entrambi gli eroi sopra di esso e viene sconfitto, allora potrete aggiungere un segnalino team sopra la carta città, il che ne aumenterà la resistenza.

pixelflood.it

Qui potete notare una mia giocata particolarmente fortunata nei panni di Batman.

Ovviamente, i cattivi non hanno solo abilità come aggiungere ferite o kryptonite, ma tutta una serie di regole particolari come l’essere affrontati solo in squadra o solo in solitario, o nemici che annullano le carte eroe, altri che annullano gli sguardi laser di Superman o che permettono a Batman di rilanciare i dadi massimo 3 volte. Infine c’è Due Facce, che al termine di ogni round lancia un dado grigio di Batman e a seconda del risultato si auto infligge una ferita oppure si cura, come la proverbiale moneta.

Durante la prima partita ci siamo subito chiesti: ma se le abilità dei nemici di Superman non hanno effetto su Batman e viceversa, non conviene affrontare sempre i cattivi altrui? Sì, ma non è così semplice. Per prima cosa non sempre nel campo di battaglia ci sono nemici di entrambi gli eroi, in secondo luogo non dobbiamo dimenticare i sobborghi rappresentati dalle carte alla sinistra del mazzo. Da qui a fine turno i nemici presenti nei sobborghi arriveranno per buttarsi nella mischia e diventare un grosso problema nel momento in cui giungono al campo di battaglia poichè si somma la forza del nuovo cattivo arrivato con quella di quelli già presenti e se supera un determinato valore di soglia entra direttamente in città a demolire palazzi. Il valore di soglia in singolo è 12, ma in due eroi non è 24, ma 15, da qui capite quindi che il vantaggio di malmenare più facilmente determinati personaggi è ben equilibrato da una maggiore facilità per i cattivi nell’entrare in città.

pixelflood.it

In questa foto potete vedere il nostro sexy Ipah preparare un nuovo giro di giostra.

Svuotato un sobborgo a cazzotti se ne riempie subito un altro pescando nuovamente carte nemico da metterci dentro, il tutto finché non finisce il mazzo cattivi, dopo di che si eseguono ulteriori 2 turni, giusto per svuotare nuovamente i sobborghi, e si procede al calcolo del punteggio di gruppo. Alla resistenza della città vanno sommati 2 punti per ogni segnalino team presente sopra, poi si sottrae la resistenza di ogni cattivo entrato a fare danni, compresi eventuali incrementi di valore dovuti alle carte rinforzo e infine, si sottraggono 2 punti per ogni cattivo ancora presente nel campo di battaglia. Il risultato, controllato nell’apposita tabella, vi dirà quanto siete stati eroici o se avrà vinto il Male.

In soldoni questo è il gioco, se giocato in singolo risulta più difficile e forse un poco più noioso che con gli amici, ma comunque molto godibile. In 4 deve essere davvero divertente visto che già in 2 ci è piaciuto molto e si è rivelato un buon passatempo con un pizzico di strategia che non guasta mai.

Potete allearvi anche voi alla Justice League comprando i due moduli sul sito di Ghenos Games a 16,95 € l’uno, un piccolo prezzo per la difesa della pace!

HERO DICE POLIPI

Perché sì:
Perché no:
  • Solido e ben realizzato
  • Bellissime illustrazioni
  • Divertentissimo in due giocatori

 

  • Da solo tende ad annoiare un poco
  • A volte risente troppo del tiro dei dadi

 

 

 

 


About the Author

Cathoderay
Cathoderay

Amante dei fumetti in maniera viscerale, è uno dei "Vecchi" della redazione, molto spesso si ricorda di titoli semi sconosciuti perché ha avuto la sfortuna di provarli quando uscirono, ha scritto qua e la per tanti anni in tanti posti, e internet ne porta una sottile traccia, un filo rosso che denota la sua instabilità mentale.Adora gli ornitorinchi, le lontre i lupi e le volpi, ma fondamentalmente non glielo sentirete mai ammettere, perché è una persona orribile.